Undici famiglie sgomberate, due persone messe in salvo dai vigili del fuoco, scampati alle fiamme anche tre bambini di 2, 5 e 7 anni e la mamma, paura per tutti gli occupanti dello stabile. Si contano i danni dell'incendio che ieri è divampato in una palazzina delle case popolari a Madonna degli Angeli. Sul posto sono intervenuti, oltre ai pompieri, i carabinieri, gli operatori del 118, gli agenti della polizia locale, il sindaco Antonio Pompeo e l'assessore ai servizi sociali Luigi Vittori. Gli amministratori hanno provveduto alla sistemazione temporanea degli sfollati che non hanno potuto far ritorno in casa. Questa mattina un nuovo sopralluogo durante il quale sarà dichiarata l'agibilità o meno degli appartamenti.

La ricostruzione
Alle 16.40 l'inferno. Dal secondo piano della palazzina C si è sviluppato l'incendio, le cui cause sono ancora in corso di accertamento. La proprietaria ha visto il fumo provenire dal balcone, subito ha messo in salvo i tre figli, di 2, 5 e 7 anni ed è uscita di casa. Nel frattempo il fumo ha raggiunto gli altri occupanti della palazzina, che hanno udito anche le urla dei bambini spaventati per quanto stava accadendo. La corsa verso l'esterno per fuggire alle fiamme, che nel frattempo stavano divorando le stanze. Al terzo piano un uomo e una donna, fratello e sorella, che stavano riposando quando sono stati avvolti dal fumo. È stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco, prontamente intervenuti, per metterli in salvo. Tanto lo spavento, ma fortunatamente i pompieri, con l'autoscala, sono riusciti a raggiungere i due e ad affidarli alle cure degli operatori del 118 intervenuti con un'ambulanza. Sigilli all'ingresso dell'ala della palazzina dove è divampato l'incendio, in attesa di nuove verifiche, per l'incolumità degli occupanti.

Le testimonianze
Tutti gli inquilini si sono riversati nel piazzale adiacente lo stabile e in strada, cercando di capire il da farsi. Ventisei le famiglie che risiedono nelle case popolari. Quelle dell'ala dove si è sprigionato il rogo non hanno potuto far rientro, in attesa di ulteriori verifiche.

«Alle 16.40 ho sentito urla di bambini, ho aperto il portone e ho visto il fumo - racconta una signora - Subito ho preso mio figlio e siamo usciti all'esterno. La paura è stata tanta. Ora non so in che condizioni è l'appartamento».

«Insieme ad altre dieci famiglie, abbiamo dovuto abbandonare l'appartamento. Speriamo che domani (oggi, ndr) possiamo rientrare in casa, dopo il sopralluogo dei tecnici - aggiunge un cittadino - Abbiamo avuto tanta paura e adesso siamo preoccupati per i danni».

Questa mattina, dunque, ulteriori verifiche da parte degli enti competenti e gli inquilini sapranno se potranno rientrare o restare ancora fuori casa.

Undici famiglie sgomberate. Alcune trascorreranno la notte dai parenti, per le altre il Comune sta provvedendo alla sistemazione. Sono le famiglie che vivono nella palazzina C delle case popolari a Madonna degli Angeli dove alle 16.40 di oggi è divampato un incendio. Fiamme sprigionare, per cause in corso di accertamento, da un appartamento al secondo piano. Due persone sono state salvate dai vigili del fuoco prontamente intervenuti. Sul posto carabinieri, operatori del 118 e vigili urbani. È arrivato anche il sindaco Antonio Pompeo insieme all'assessore Luigi Vittori.

Un incendio, le cui cause sono in corso d'accertamento, è divampato intorno alle ore 17 di oggi nelle case popolari in località Madonna degli Angeli a Ferentino. sul posto l'intervento dei vigili del fuoco per spegnere le fiamme, presenti i carabinieri e gli operatori del 118 con un'ambulanza. Diversi inquilini sono stati aiutati dai vigili del fuoco ad uscire dagli appartamenti. Si sta provvedendo all'evacuazione della palazzina.