Stava trascorrendo una serata con gli amici a Veroli, nel locale Capocabana, nella zona di Castelmassimo, quando è stato colto da malore, si è accasciato a terra ed è morto. Inutili i tentativi di soccorso. La vittima è Romeo Raponi, 65 anni, residente nel comune di Monte San Giovanni Campano. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 e i carabinieri. Dai primi accertamenti la causa del decesso è da attribuire a cause naturali. Disposto l'esame esterno.

La tragedia si è verificata nella tarda serata di venerdì. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo si è sentito male, davanti agli occhi dei compagni e delle persone che erano nel locale che si trova sulla via Mària. Subito hanno capito che la situazione era grave, il loro amico non era cosciente. Immediatamente sono stati contattati i soccorsi. Sul posto è arrivato il personale medico con un'ambulanza, ma purtroppo, per Raponi non c'è stato nulla da fare. Il suo cuore ha cessato di battere. La salma è stata accompagnata nell'obitorio dell'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone.

Dai primi esami sul corpo del sessantacinquenne non sono stati riscontrati segni di violenza. La prima ipotesi avanzata è quella di un decesso per cause naturali, ma per fugare ogni dubbio è stato disposto, comunque, l'esame esterno. Sul posto, come da prassi in queste situazioni, sono arrivati anche gli uomini dell'Arma per gli accertamenti di rito. Dolore e incredulità tra i familiari e gli amici di Romeo Raponi e della comunità di Chiaiamari, dove l'uomo viveva. La notizia del decesso del monticiano si è diffusa nelle prime ore del mattino. Era un pittore, molto conosciuto e stimato. Un uomo perbene, sempre disponibile e dal cuore grande, così lo ricordano gli amici. L'altra sera, purtroppo, un malore gli è stato fatale.