La battaglia non è facile ma nei confronti di coloro che, dopo molti anni dall'avvio del servizio della differenziata e del "porta a porta", agiscono con comportamenti illegali, arrivano i provvedimenti sanzionatori.
La storia
Giorni fa segnalammo la denuncia di alcuni cittadini, che con tanto di fotografie e esposti, avevano chiesto interventi da parte della Polizia Locale, nei confronti di coloro che continuavano a gettare le buste dell'immondizia a ridosso di Porta Portati. Non effettuando così la differenziata e il "porta a porta". In più deturpando un angolo storico della città. Non l'unico luogo della città per la verità dove si verificano questi abbandoni di immondizia. E dopo i controlli della Polizia sono stati individuati due dei responsabili. Nei loro confronti è scattata così una multa di 170 euro, nella speranza che possano mettere fine a questi comportamenti. L'operazione per scoprirli non è stata facile, ma alla fine gli agenti diretti dal maggiore Dino Padovani hanno trovato tracce certe nei rifiuti, per arrivare ai titolari delle buste dell'immondizia. Un messaggio di fermezza che viene così lanciato a queste persone, che purtroppo, ancora non si arrendono al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti. E spesso creando anche dei problemi agli operatori della "De Vizia", il gestore del servizio, costretti ad intervenire in orario di lavoro per bonificare questi luoghi, ritardando le loro attività quotidiane.
Insomma abbandonare i rifiuti in strada crea un danno d'immagine alla città e crea criticità agli addetti. Un doppio danno, che si spera queste sanzioni possano scoraggiare azioni simili in futuro. Non è facile che ciò accada, però importante proseguire su questa strada. Anche perchè la stragrande maggioranza dei cittadini di Alatri dal primo giorno rispetta le regole della differenziata. Nei prossimi giorni proseguiranno i controlli, ma fondamentale la collaborazione con le autorità competenti, partendo anche da quelle comunali.