L'omicidio di Emanuele Morganti finirà sul tavolo del ministro della Giustizia Andrea Orlando. Ciò avverrà grazie ad una petizione popolare che il gruppo "Emanuele Morganti Giustizia" ha lanciato attraverso il sito change.org, specializzato proprio in questo tipo di iniziative. In pochissimo tempo la petizione ha già superato la quota di 500 firme, indispensabile per poter procedere con la presentazione del documento con il quale si chiede giustizia per il 20enne massacrato di botte nella notte tra il 24 e il 25 marzo scorsi. 

Ecco il testo della petizione

Emanuele Morganti era un ragazzo di 20 anni, strappato alla vita da uomini senza scrupoli che hanno infierito sul suo esile corpo senza pietà.
Hanno sputato sul suo corpo morente ed hanno assistito al suo pestaggio senza difenderlo, tanto meno senza chiamare soccorso.
Questo fatto cosi grave ha scosso le coscienze di molte persone che da tutta Italia, e non solo, gridano GIUSTIZIA.
In questi 20 giorni sui social si sono creati numerosi gruppi intitolati alla sua memoria.
Siamo in tanti, anzi tantissimi, e tutti desiderosi che la famiglia, gli amici e gli abitanti di quelle zone abbiano giustizia per Emanuele.
Non permettiamo che questo fatto gravissimo venga dimenticato e soprattutto restino impuniti i colpevoli.

Chiediamo pertanto un'attenta indagine che si concluda con una pena esemplare.
Questa petizione sarà consegnata a: Ministro della Giustizia On. Andrea Orlando