Divertimento da sballo. E sballo che supera la soglia del pericolo senza avvertenze. La spia dell'emergenza è sempre accesa e anche giovedì notte i controlli di Carabinieri e Polizia hanno messo a ferro e fuoco la città.

I fronti di guerra sono quattro

I fronti aperti per le forze dell'ordine sono principalmente quattro: droga in piazza, alcol ai minorenni, risse in centro e musica assordante. Ecco perché anche di giovedì la città è stata passata al setaccio come se fosse un sabato sera. I militari dell'Arma, in particolare, hanno bussato alle porte di bar e locali, così come hanno "visitato" i luoghi di aggregazione giovanile, per verificare autorizzazioni e "clima" all'interno. A coadiuvare gli uomini agli ordini del maggiore Silvio De Luca c'era il personale della Siae di Cassino. L'obiettivo era quello di verificare il rispetto delle norme igienico sanitarie, della normativa sugli orari di chiusura dei locali e delle emissioni sonore.

Le multe

Seguendo questa direttrice, a Cassino sono stati controllati diversi locali dove la notte resta giovane a lungo. In uno di essi il personale operante ha verificato che l'esercizio era sprovvisto del dispositivo per il rilevamento dell'alcotest a favore della clientela. Il proprietario è stato sanzionato con un'ammenda di 400 euro. Inoltre il personale Siae, intervenuto su richiesta dei militari, ha elevato al titolare del locale un'ulteriore contravvenzione di 915 euro per aver omesso il pagamento della tassa relativa all'esposizione al pubblico del televisore.

Controlli ai punti di snodo

Quella che generalmente combattono le forze dell'ordine non è una guerra al divertimento sano, piuttosto un alt intimato al "malaffare" che serpeggia nei meandri della movida sana, bella, allegra e spensierata. Controlli così massicci in centro, anticipati di un giorno, hanno avuto lo scopo di rappresentare una valida azione di contrasto anche e soprattutto a spaccio, abuso di alcol e risse, come quelle accadute venerdì scorso. Ecco perché la Polizia di Stato si è piazzata nei punti di snodo della città e ha controllato decine e decine di auto di passaggio. Tre ragazzi, particolarmente nervosi al controllo, sono stati trovati in possesso di hashish e marijuana. Per loro è scattata l'inevitabile segnalazione. Controlli e perquisizioni anche perché, appena giovedì una donna è stata fermata e trovata alla guida con un grosso coltello mentre venerdì scorso un giovane è stato denunciato per il medesimo motivo. Era con gli amici a godersi la movida. Nelle maglie dei controlli a tappeto, infatti, anche e soprattutto oggetti come questi che possono trasformarsi in armi troppo pericolose. In questi giorni anche la politica darà un segnale: pronta l'ordinanza con l'elenco dei divieti per bar e locali. Lo scopo è quello di mettere ordine e regole nel weekend.