Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









7 gennaio: muore Nikola Tesla,  ingegnere elettrico, inventore e fisico serbo
0

7 gennaio: muore Nikola Tesla, ingegnere elettrico, inventore e fisico serbo

Cultura & Spettacolo

Nato in Serbia il 10 luglio del 1856 e immigrato negli Stati Uniti nel 1884, Nikola Tesla fu uno dei più grandi inventori di tutti i tempi, ma forse anche il più sfortunato: autore di oltre 200 brevetti, fu infatti privato di tutti i guadagni che ne derivarono. Sin da giovanissimo si dimostrò affascinato dalla misteriosa forza dell'elettricità. Nel 1875, all'età di diciannove anni, ricevette una borsa di studio al Politecnico di Graz, in Stiria. Il suo impegno sui libri si rivelò ossessivo e lo portò a superare gli esami del primo anno con il massimo dei voti. Nonostante le sue eccellenti doti e la sua spiccata genialità, Nikola Tesla non riuscì mai a farsi valere. La più celebre delle sconfitte resta senza dubbio quella che il fisico serbo registrò nei confronti di un altro fisico, un uomo dal carattere decisamente opposto al suo: Thomas Alva Edison, per tutti l'inventore della lampadina.

Stando a diverse ricostruzioni storiche il primato della scoperta della corrente alternata e delle sue potenzialità spetterebbe proprio a Nikola Tesla, il quale fu di fatto raggirato da Edison, interessato più al denaro che alla portata delle sue scoperte. Forse anche a causa del suo carattere molto particolare, caratterizzato da comportamenti ossessivo compulsivi, e per il suo disinteresse per gli affari, Tesla fu sempre considerato dagli americani come un “poeta della scienza”, un teorico e uno sfortunato cervellone, le cui idee erano “grandiose, ma del tutto inutili” e finì così per lasciarsi sopraffare dall'arguzia del suo avversario. Il 7 gennaio del 1943, a 86 anni, Nikola Tesla morì in povertà in una camera d’albergo di New York. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400