Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









19 gennaio, nasce Edgar Allan Poe, genio del racconto gotico ottocentesco
0

19 gennaio, nasce Edgar Allan Poe, genio del racconto gotico ottocentesco

Cultura & Spettacolo

Il 19 gennaio 1809 nasce a Boston Edgar Allan Poe: scrittore, poeta e giornalista statunitense, destinato a restare alla storia come genio indiscusso del racconto gotico ottocentesco. Rimasto orfano a soli due anni di entrambi i genitori, Edgar Allan Poe trascorre la sua infanzia presso un ricco mercante di Richmond, di nome John Allan. All’età di sei anni si trasferisce con la sua famiglia in Inghilterra, dove inizia gli studi, distinguendosi per le sue doti di scrittore e per il suo singolare talento nel creare rime e anafore, tanto da aggiudicarsi l’appellativo di Jingle-man.

In Inghilterra, Poe, dal carattere sensibile e malinconico, subisce il fascino delle opere dei massimi scrittori e poeti inglesi del tempo. Nel 1821 fa ritorno in America, dove inizia a scrivere le sue prime poesie. I ricordi, i dolori, le passioni e gli amori tormentati che caratterizzeranno la sua vita saranno i principali temi delle sue opere, che Poe sarà in grado di  inquadrare in una cornice gotica  intrisa di fascino e mistero, dove l’orrido e il sublime finiscono per incontrarsi nelle tortuose strade dell’inconscio umano. Con il suo stile unico Edgar Allan Poe ha anticipato diversi generi letterari, quali il racconto poliziesco e la fantascienza, esercitando inoltre una notevole influenza nella produzione successiva in campo letterario, musicale e cinematografico.

Tra i suoi più celebri scritti ricordiamo la raccolta  “I racconti del terrore”, nel quale figurano alcuni dei titoli più noti della sua bibliografia,  come “Il gatto nero” e “Il ritratto ovale”; Ne “Il corvo e altre poesie” sono invece raccolti i suoi versi più celebri, mentre la sua produzione di romanzi si limita a una sola opera,“Storia di Arthur Gordon Pym”, pienamente ascrivibile al genere horror: un racconto coinvolgente e degno di nota, tanto per il suo potenziale evocativo e i suoi risvolti introspettivi, quanto per il genio creativo che traspare dalla sua trama.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400