Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









David Bowie ci ha lasciato: il suo mito in 10 film
0

David Bowie ci ha lasciato: il suo mito in 10 film

Roma

Ci ha lasciato David Bowie, icona leggendaria, che ha segnato gli ultimi cinquant’anni del panorama culturale internazionale: accanto alla sua carriera musicale ha affiancato anche quella di attore (e compositore per cinema e televisione). L'esordio nel 1967 con il corto The Image, diretto da Michael Armstrong.

L’attore Bowie in dieci film scelti:

L’uomo che cadde sulla Terra (1976)

Bowie interpreta la parte di Thomas Jerome Newton, un alieno che arriva sulla Terra in cerca di acqua. Regia di Nicholas Roeg. Il suo film più celebre.

Gigolò (1978)

Diretto da David Hemmings con Bowie nella parte di un ufficiale Prussiano, che torna a Berlino alla fine della Prima Guerra mondiale: non riuscendo, però,  a trovare impiego in alcuna maniera, inizia  a lavorare come gigolò in un bordello condotto dalla Baronessa (Marlene Dietrich).

Miriam si sveglia a mezzanotte (1983)

Opera d'esordio del regista Tony Scott,  interpretata da Catherine Deneuve e Susan Sarandon, dove Bowie interpreta  John Blaylock,un violinista vampiro che improvvisamente inizia a invecchiare.

Furyo (1983)

Film che racconta la vita in un campo di prigionia giapponese durante la Seconda guerra mondiale. Bowie interpreta la parte del prigioniero, il maggiore Jack "Strafer" Celliers.  Il titolo originale della pellicola è Merry Christmas Mr. Lawrence, famosissimo brano del compositore Ryūichi Sakamoto, che tra l’altro recita anche nel film.

Tutto in una notte (1985)

Regia di John Landis con Jeff Goldblum e  Michelle Pfeiffer. Bowie interpreta Colin Morris.

Absolute Beginners (1986), film musicale, diretto da Julien Temple. Bowie è Vendice Partners.

Labyrinth  (1986)

Film fantastico diretto da Jim Henson, dove Bowie è  Jareth, il re dei Goblin.

L’ultima tentazione di Cristo (1988)

Film diretto da Martin Scorsese sulla vita di Cristo, interpretato da Willem Dafoe. Bowie recita la parte di Ponzio Pilato, il prefetto romano che sceglie di non giudicare Cristo.

Basquiat (1996)

Film biografico sulla vita del famoso artista di strada americano: magistrale interpretazione di Bowie, nella parte di Andy Warhol. 

The Prestige (2006)

Diretto da Christopher Nolan, che per la parte dell’inventore serbo Nikola Tesla, scelse Bowie, perché gli  serviva “qualcuno che non fosse una star del cinema, ma che avesse un carisma e una presenza da “star” di natura leggermente diversa”.

Bowie e il cinema italiano:

Come attore recita ne Il mio West (1998), film diretto da Giovanni Veronesi, nella parte del killer Jack Sikora.

In veste di cantante invece, lo ritroviamo con il brano “Ragazzo solo, ragazza sola” versione della celebre “Space Oddity” con testo in lingua italiana, scritto appositamente da Mogol e pubblicato nel 1970,  nella colonna sonora dell’ultimo film di Bernardo Bertolucci Io e te, 2012.  

Nei panni di se stesso:

Non si possono non citare Christiane F. Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino del 1981 e il più leggero Zoolander del 2001.

Bowie e il doppiaggio:

Nel film Arthur e il popolo dei Minimei (2006) di Luc Besson, Bowie doppia Maltazard.

I Premi:

1 Golden Scroll nel 1977, come migliore attore, per il film L’uomo che cadde sulla terra (The Man Who Fell to Earth).

1 Nomination ai Golden Globes (con Giorgio Moroder)  per il film Il bacio della pantera (Cat People), nel 1983, per il brano  "Theme from Cat People".

1 Nomination ai Bafta Awards nel 1994 per The Buddha of Suburbia, nella categoria miglior musica originale per la televisione.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400