Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Addio al regista Garry Marshall: suoi “Happy Days” e “Pretty Woman”

Una scena della famosissima serie tv "Happy Days"

0

Addio al regista Garry Marshall: suoi “Happy Days” e “Pretty Woman”

Cinema

Ci ha lasciato Garry Marshall, attore, regista, produttore e sceneggiatore. Per anni ha riempito le pagine della nostra (vostra) adolescenza: suoi programmi televisivi di culto come “Happy Days”, “Mork e Mindy” (dove lanciò Robin Williams) e “Laverne & Shirley”. Figlio d’arte ( suo padre è stato un produttore cinematografico e sua madre un’insegnante di danza), nasce a New York il 13 novembre del 1934, da una famiglia, il cui cognome originario era Masciarelli (i suoi nonni paterni erano immigrati italiani). Sua sorella Penny si è distinta anche lei nel mondo dello spettacolo: è stata Laverne nella serie televisiva “Laverne & Shirley”, per poi passare alla regia, firmando film interessanti come “Risvegli” (con un ottimo Robert De Niro). Il primo film come regista di Marshall è la commedia “L'ospedale più pazzo del mondo” del 1982, con Michael McKean e Sean Young. Nel 1990, Garry ha il grande merito di lanciare la stella di Julia Roberts, nella commedia romantica “Pretty Woman”, che valse una nomination all’Oscar alla stessa Roberts. Come regista Marshall si dimostra  molto abile nel confezionare commedie romantiche di successo, con cast interessanti. A “Pretty Woman”, infatti, seguiranno film come “Paura d’amare” (con Al Pacino e Michelle Pfeiffer), “Se scappi, ti sposo” ( ancora con la coppia Gere-Roberts) e altri come “Quando meno te lo aspetti”, “Pretty Princess” e “Principe azzurro cercasi”.

 

Curiosità:

L’attore Hector Elizondo (tra i suoi ruoli, quello del direttore dell’Hotel in “Pretty Woman”), grande amico di Marshall, ha praticamente preso parte a tutti i film del regista.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400