Una strada sconnessa per le troppe buche rattoppate, poco illuminata, con una segnaletica inadeguata.
Insomma, una strada pericolosa per chi la percorre e per chi ci abita. Ecco il motivo della raccolta di firme attivata tra i residenti di via San Francesco, l’importante arteria solcata ogni giorno da un intenso traffico che unisce Ceccano ad Arnara e Pofi e a popolose contrade come quella di Casamarciano.

L’iniziativa è di Alessandro Livieri, residente nella zona, che si è fatto promotore di una petizione per richiedere un’efficace e rapido intervento da parte del Comune. «Tengo a precisare che non si tratta di una iniziativa popolare, ma nata da una reale necessità di avere una strada sicura e lungo la quale non ci siano più episodi di incidenti molto gravi - spiega Livieri - La raccolta di firme è per interloquire con le autorità preposte e responsabili della nostra sicurezza».

Sotto accusa
l’asfalto dissestato,
la carenza di illuminazione
e della segnaletica
Polemiche su Facebook.

Ti potrebbe interessare