Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Uno scorcio del tratto iniziale di via San Francesco nei pressi dell’ufficio postale
0

Strada pericolosa
Raccolta di firme per via San Francesco

Ceccano

Una strada sconnessa per le troppe buche rattoppate, poco illuminata, con una segnaletica inadeguata.
Insomma, una strada pericolosa per chi la percorre e per chi ci abita. Ecco il motivo della raccolta di firme attivata tra i residenti di via San Francesco, l’importante arteria solcata ogni giorno da un intenso traffico che unisce Ceccano ad Arnara e Pofi e a popolose contrade come quella di Casamarciano.

L’iniziativa è di Alessandro Livieri, residente nella zona, che si è fatto promotore di una petizione per richiedere un’efficace e rapido intervento da parte del Comune. «Tengo a precisare che non si tratta di una iniziativa popolare, ma nata da una reale necessità di avere una strada sicura e lungo la quale non ci siano più episodi di incidenti molto gravi - spiega Livieri - La raccolta di firme è per interloquire con le autorità preposte e responsabili della nostra sicurezza».

Sotto accusa
l’asfalto dissestato,
la carenza di illuminazione
e della segnaletica
Polemiche su Facebook.

Ma c’è qualcosa che Livieri non ha digerito: «Mi sono stupito nel leggere su un social network un proclama di un portavoce dell'amministrazione comunale che invitava i residenti di via San Francesco ad un incontro dopo cena in un luogo imprecisato, comunque prima che io potessi presentare la raccolta firme. Apprezzo molto la solerzia e la preveggenza dell'amministrazione per il problema di via San Francesco - aggiunge - ma ciò non deve essere strumentalizzato politicamente proprio per rispetto di chi ha sottoscritto la petizione, in quanto era nostra intenzione coinvolgere anche la Provincia che è titolare della manutenzione.

Ma l'amministrazione ha deciso di procedere per proprio conto estromettendo chi ha firmato la petizione per la messa in sicurezza di via San Francesco. Perciò ora è nostra intenzione chiedere conto dell'operato dell'amministrazione comunale in merito alla questione di via San Francesco e delle opere che intende realizzare. Stavolta - conclude Livieri - dovranno ascoltare anche la nostra voce».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400