Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Record di nuove causeiscritte al tribunale di Frosinone

Il tribunale di Frosinone

0

Violenza sessuale nei confronti della fidanzatina del figlio. La verità nelle perizie

Ceccano

Un consulente per difendersi dalle accuse di violenza. Punta tutto sul responso di un neuropsichiatra infantile la difesa dell’uomo di 44 anni di Ceccano, accusato di violenza sessuale nei confronti della fidanzatina del figlio. A maggio è già stata fissata l’udienza preliminare, ma in questi mesi che separano la decisione del gup se rinviarlo a giudizio o meno, l’accusato non intende lasciare niente al caso. E così con l’ausilio del suo difensore, l’avvocato Rosario Grieco, ha deciso di nominare un consulente di parte, un neuropsichiatra infantile, che dovrà valutare l’attendibilità del racconto della ragazza. L’uomo, infatti, continua a professarsi innocente, ritenendosi vittima di una ritorsione ai suoi danni per dissidi familiari.

Stando alle accuse, che nascono dalla denuncia dei genitori della ragazza, la giovane, quando aveva sedici anni, lo scorso anno, avrebbe subito un tentativo di violenza sessuale. Lei era andata a trovare il fidanzato che si era momentaneamente assentato. E così, stando alle accuse, approfittando di quella assenza, l’uomo avrebbe iniziato con delle avance sempre più insistenti, culminate con il tentativo di avere un rapporto sessuale con la minorenne. Un’azione che si sarebbe interrotta dall’arrivo in casa del fidanzato della vittima. La quale era scappata in tutta fretta. E dal racconto fatto ai genitori, era nata una denuncia.

La ragazza peraltro aveva anche dichiarato che in altre occasioni l’uomo avrebbe manifestato particolari attenzioni nei suoi confronti, senza però mai arrivare alle vie di fatto. Nel corso delle indagini, la ragazza è stata sentita con l’ausilio degli psicologi per verificarne l’attendibilità.

La denuncia è stata ritenuta credibile, ma anche per i particolari forniti dalla stessa, per cui la procura ha concluso le indagini e ha formulato una richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dell’uomo. La richiesta sarà discussa nell’udienza fissata per metà maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400