Più di qualcuno in città lo ricorda bene. E oggi lo piange. L’orribile fine di Camillo Fioringi, investito e ucciso da uno scooter l’altra mattina a Roma, ha destato sconcerto e cordoglio a Ceccano dove l’uomo era nato 67 anni fa. Da molto tempo viveva nella capitale con la sua famiglia, fino alla tragedia di mercoledì mattina.

Fioringi era a piedi e stava attraversando la Cristoforo Colombo quando, all’altezza di via Ardeatina, il conducente di uno scooter lo ha preso in pieno. Sul posto sono giunte rapidamente due ambulanze del 118 che hanno caricato a bordo i feriti. Purtroppo per il pensionato di origini ceccanesi la corsa verso l’ospedale Sant’Eugenio è stata vana.

Appena giunto al pronto soccorso, è spirato a causa delle gravissime ferite riportate. Il conducente dello scooter, invece, se l’è cavata con ferite lievi. Ancora da chiarire la dinamica dell'incidente che è al vaglio della Polizia municipale della capitale.