Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Troppi dirigenti in municipio

La sede centrale del Comune a Palazzo Antonelli

0

Troppi dirigenti in municipio
"Noi per Ceccano" non ci sta

Ceccano

Oltre un centinaio di dipendenti e ben undici responsabili di settore. Come dire: troppi generali per una truppa che scarseggia.

Il gruppo consiliare “Noi Per Ceccano” non ci sta. E punta con decisione ad «ottimizzare la macchina comunale».
Il presidente del Consiglio comunale Marco Corsi e il capogruppo Angelo Macciomei escono allo scoperto. «Già nei numeri lo squilibrio esistente tra funzionari responsabili (titolari sia dell’indennità di posizione che di risultato) e dipendenti del Comune appare lampante - spiegano in una nota congiunta - ed è ovvio che a questa situazione ereditata dalle miopi precedenti amministrazioni va posto rimedio, visto che facendo riferimento a quelle che sono le disponibilità dell’ente, non esistono più generosi spazi di manovra».
Insomma, l’idea è quella di rinunciare a qualche dirigente di troppo e ridurre così la spesa per il personale. I due esponenti di “Noi Per Ceccano” considerano «anacronistico che ci sia in media un responsabile di settore ogni undici dipendenti in una struttura che deve essere più snella, efficiente e più sostenibile in termini economici per tutti i cittadini».
Una proposta circostanziata che avrebbe già ottenuto il pieno appoggio dell’intera coalizione di maggioranza, in linea con quanto preannunciato in campagna elettorale. Il gruppo “Noi Per Ceccano” pensa dunque a «una revisione nell’attribuzione delle posizioni organizzative dell’ente comunale, mediante una preventiva definizione di criteri generali di valutazione, nonché una selezione comparativa tra i dipendenti potenzialmente idonei a ricoprire queste tipologie di incarico». Il tutto, aggiungono il presidente Corsi ed il capogruppo Macciomei, «nel rispetto della normativa e della consolidata giurisprudenza di merito» che consentirà finalmente anche «la rotazione dei responsabili nominati, nel rispetto delle norme in tema di prevenzione e lotta alla corruzione, non avendo il nostro Comune, almeno per l’80%, posizioni di responsabilità infungibili».
Ma se con la linea tracciata dal gruppo di Corsi e Macciomei la posizione di qualche attuale dirigente traballa, altri dipendenti sperano che si apra qualche spazio di stabilizzazione nell’organico comunale. “Noi Per Ceccano” avanza infatti anche un’altra proposta: «adottare politiche di reinternalizzazione di servizi ora appaltati e che invece possono essere svolti da personale interno, consentendo anche l’aumento orario mirato e selettivo, ad esempio per il personale part-time».
Non solo. Il gruppo erede della lista che ha eletto due consiglieri intende dire la sua anche su altri importanti servizi: la raccolta differenziata, per la quale «occorre studiare da subito il disciplinare di gara per un nuovo affidamento per prevedere un sensibile abbattimento del costo comunale a favore dei cittadini per quanto concerne il tributo comunale della Tari», la riqualificazione del centro storico e l’istituzione di un registro tumori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400