Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









L'addio a Teresa CarinciUna morte che aspetta giustizia

Un momento dei funerali di Teresa Carinci

0

L'addio a Teresa Carinci
Una morte che aspetta giustizia

Ceccano

Si sono svolti questa mattina nella collegiata di San Giovanni Battista i funerali di Teresa Carinci, sessantaseienne ceccanese, morta la scorsa settimana allo Spaziani di Frosinone dove si era recata per un banale intervento chirurgico.

Martedì scorso la dottoressa Maria Biglialoro per ordine della Procura della Repubblica di Frosinone ha eseguito l’autopsia, ma si è riservata di formulare le conclusioni e stilare il referto non prima di due mesi.
In una San Giovanni gremita all’inverosimile, officiante il parroco don Paolo della Peruta, non vi era il silenzio assordante del tavolo anatomico dove il medico legale ha cercato di capire il perché di quella morte inaspettata, ma il ‘silenzio’ di dolore di due famiglie - i Carinci e i Toti - per quella morte assurda. Molti i parenti e gli amici che si sono stretti intorno a coloro che non potranno rassegnarsi facilmente al vuoto lasciato da Teresa Carinci.
Una donna conosciuta da tutti, apprezzata come persona buona e gentile. Originaria di Veroli, viveva a Ceccano con il suo compagno, l’imprenditore Alfonso Toti titolare di una nota società di trasporti che l’ha accompagnata nel suo ultimo viaggio terreno.
Alla fine della funzione, con la bara retta a spalla e ferma sul portale, la nipote tra la composta commozione generale della gente sul sagrato ha raccontato cosa è stata Teresa per lei e gli altri nipoti: «Siamo qui a salutarti per l’ultima volta. La vita non finisce mai di stupirci. Vorremmo iniziare questa lettera parlando della cosa più bella che ci resta di te, il sorriso accompagnato dalla tua spontaneità e dalla voglia di renderti sempre partecipe delle nostre vite. Non ricordiamo circostanze cui tu non sei stata presente, in cui il tuo conforto non era lì pronto a consolarci. Allo stesso tempo non ricordiamo occasione in cui il tuo essere solare non riusciva a metterci a nostro agio a seguito soprattutto della persona che sei e dell’amore che ci hai sempre donato. La tua mancanza da oggi non può che sentirsi forte. Ciò che più ci conforta è sapere che continuerai a vivere in noi attraverso i tuoi preziosi insegnamenti che per sempre verranno custoditi gelosamente nei nostri cuori. Un abbraccio con affetto. I tuoi nipoti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400