Riscoprire un antico compaesano: Decimo Giunio Giovenale.

Si terrà domani, con inizio alle 16 a Castrocielo, nella sala convegni del Monacato di Villa Eucheria, il quattordicesimo incontro su Giovenale, il poeta satirico di Aquinum morto nella prima metà del I secolo dC.

Tema dell’appuntamento culturale è la XV satira. Il giovane studioso Biagio Santorelli, autore fra l’altro del volume edito da Mondadori nel quale sono pubblicate in agile traduzione italiana tutte le Satire di Giovenale con testo originale a fronte e ampio commento, parlerà dell’argomento “Dalla scuola all’esilio”. Il sindaco di Castrocielo, Filippo Materiale, leggerà la XV Satira soffermandosi sugli aspetti più significativi e rimanendo quanto più possibile aderente al testo al fine di “far parlare” Giovenale. Il moderatore dell'evento sarà il sindaco di Colfelice, Bernando Donfrancesco. Mentre il presidente del consiglio comunale, Graziano Cerasi, porterà i saluti amministrazione.

Nella Satira Giovenale si rivolge a Volusio Bitinico, forse un poeta suo contemporaneo e amico, per parlargli delle “mostruosità del folle Egitto”. Non è casuale la descrizione delle stranezze dell’Egitto che il poeta aquinate fa in questa satira, se è vero come è vero che Giovenale passò gli ultimi anni della sua vita in Egitto, dove, allontanato da Roma con il pretesto di un incarico militare all’età di ottant’anni e passa, sarebbe morto di “tristezza e noia”.