Una stangata da 180.000 euro per pratica commerciale scorretta.

Questo il provvedimento emesso dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nei confronti del titolare del noto negozio di telefonia e videogiochi di Cassino, che avrebbe venduto smartphone e console ingannando i clienti sulla disponibilità della merce e sui tempi di consegna.

Diversi furono i blitz a Cassino dell’inviato di Striscia la Notizia, Luca Abete, per far luce sul caso dei telefoni pagati ma mai consegnati, molte le ospitate del commerciante nel salotto di Mi manda Rai3. Ma per i tanti clienti - che si erano sentiti truffati - poco cambiò.

Ora una nuova puntata. Secondo il provvedimento riportato dal bollettino della Agcm, il professionista avrebbe utilizzato «una serie di azioni ingannevoli» per vendere la propria merce. Quest’ultimo ora ha 30 giorni di tempo per versare i 180.000 euro.

(Approfondimenti nell'edizione del 16 dicembre)