Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Caso Albaneta, ora si mobilitano anche i polacchi
0

Villaggio di Natale all'Albaneta, violati gli standard Unesco

Montecassino

Come è possibile che sia sorto un "villaggio di Natale" laddove i polacchi morirono per salvare la terra cassinate e l'Italia intera? Se lo domanda  Tomasz Orlowski, ambasciatore di Polonia che ha scritto una lunga nota al ministro degli Esteri per protestare contro l'iniziativa "che offende la dignità del più importante luogo della memoria polacca in Italia". Se la sua nota porta la data di ieri, la visita a sorpresa di Ewa Mamaj, console polacco in Italia è appena del giorno prima. L'alto funzionario è arrivata "in incognita" tra le alture cassinati, pagando regolarmente il biglietto, per verificare di persona la situazione, restando indignata per l'accaduto.

Così, oltre a protestare con la stessa abbazia, i diplomatici polacchi hanno fatto riferimento anche agli standard internazionali dell'Unesco per quello che riguarda le zone di rispetto intorno ai luoghi della memoria. "In questo caso - è stato sottolineato - non sono stati rispettati". Ne, tanto meno, gli organizzatori hanno ritenuto opportuno avviare una consultazione con l'ambasciata polacca al fine di ottenerne un parere. Nella stessa nota viene posto l'accento anche sulla percezione negativa del caso da parte dell'opinione pubblica polacca mentre sono state ricordate le proteste giunte dalla Polonia e da varie parti del mondo. Così è partita una seconda lettera, questa volta al ministro per l'Ambiente italiano al quale l'ambasciatore polacco ha chiesto "di prendere provvedimenti più opportuni per il rispetto della zona che è parte della riserva naturale Monti Aurunci". 

A quanto pare la "guerra" diplomatica sempre appena iniziata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400