Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Un nuovo reparto di medicina al San Raffaele
0

Un nuovo reparto di medicina al San Raffaele

Cassino

Il San Raffaele si arricchisce di un nuovo reparto. E a inaugurarlo ieri mattina è stato il vescovo Gerardo Antonazzo.

Su invito della Direzione operativa e medico scientifica, il vescovo della diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo ha fatto visita alla struttura portando una parola di conforto a tutti i degenti.

Accolto all’ingresso dal Direttore operativo Marina Violo, dal direttore medico scientifico professor Luigi Di Cioccio, dal direttore sanitario dottor Saverio Celletti, dal coordinatore infermieristico Stefano Truppo e dal cappellano don Fabrizio Tricone, il vescovo si è intrattenuto all’interno dei vari reparti per oltre due ore.

Dopo aver incontrato i pazienti presenti nelle due palestre, ha iniziato il giro dei reparti soffermandosi al  capezzale di tutti i degenti. Particolarmente toccante l’incontro con i malati ed i familiari degenti nell’Hospice, nel Reparto Unai, nel reparto di Medicina e nel reparto Lungodegenza. Per ogni malato  ha avuto parole di conforto e di vicinanza spirituale per quanti attraversano un particolare momento della loro vita. "Ritorno con piacere in questo  luogo di cura dove tanti pazienti  provenienti dalla nostra Diocesi e da tanti altri centri regionali si affidano alle cure amorevoli dei medici , infermieri, fisoterapisti- ha detto  al personale presente nei vari Reparti -  per recuperare la propria autonomia. Voi  cari pazienti impegnatevi al massimo per recuperare le vostre forze e sappiate vivere cristianamente questo momento di presenza in questo luogo di cura, perché presto sarete guariti e potrete riabbracciare i vostri figli e nipoti. E anche quando le cure non potranno tutto, c'è sempre la cura dell’amore, del conforto, della vicinanza ed oggi il Vostro Vescovo è vicino a tutti voi , alle vostre famiglie ed ai vostri cari".

"L’Istituto San Raffaele di Cassino, già accreditato con il Ssn per le varie tipologie riabilitative ed assistenziali - ha detto il professor Luigi Di Cioccio ringraziando, anche a nome dell'amministratore delegato Antonio Vallone,  il vescovo Antonazzo per la Sua attenzione nei riguardi della Struttura - con l’accreditamento del Reparto Medicina Acuti completa l’offerta di posti a disposizione della città e del Cassinate, confermandosi come uno dei più grandi complessi di Cura e Riabilitazione della Regione Lazio".

La Struttura comprende 305 posti di degenza , 201 posti semiresidenziali, 14 di Day Hospital e 60 di Assistenza domiciliare, con 550 dipendenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400