Bacchettata della prefettura di Frosinone al sindaco di Cassino che ieri ha convocato un tavolo tecnico con le forze dell’ordine del territorio per affrontare la vicenda Albaneta.  Il tema delicatissimo è stato al centro di una riunione, convocata d'urgenza da Petrarcone, allo scopo di riunione tutti i soggetti interessati dal Villaggio di Natale spuntato a pochi passi dalla millenaria abbazia. L'invito è arrivato a Guardia Forestale, Pubblica Sicurezza, Guardia di Finanza e Parco dei Monti Aurunci mentre l'iniziativa ha permesso al sindaco di tuonare contro la stessa abbazia che con eccessiva libertà avrebbe concesso l'utilizzo dell'area.

L'Albaneta è un'area di assoluto pregio storico e naturalistico, circondata da altri monumenti (dal cimitero militare polacco, all’Obelisco, alla ‘casa del dottore’, alla Croce di Ferro, al carro armato ed altri luoghi di interesse storico), opportunamente sottoposta a vincoli normativi molto rigidi. Per questo Petrarcone aveva definito la decisione un vero "oltraggio a pagamento".

Il Prefetto Emilia Zarrilli non ha gradito l'iniziativa e, questa mattina, ha ricordato ai sindaci, e soprattutto a quello di Cassino, che il tavolo sulla sicurezza pubblica lo può riunire solo il prefetto o il questore.