Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Maxi crepa nel bilancio comunale: quasi un milione di euro di debiti
0

Multiservizi, è bufera in assise civica sulle 58 assunzioni part-time

Pontecorvo

Il personale dell’azienda speciale multiservizi di Pontecorvo finisce sotto la lente d’ingrandimento. Un passaggio al microscopio per i 58 dipendenti della municipalizzata che a Pontecorvo si occupa dei principali servizi alla cittadinanza. Una attenzione che è stata messa a fuoco nel corso dell’ultimo consiglio comunale.
L’Asm di Pontecorvo rappresenta un ente strategico per la città che offre servizi prioritari su tutto il territorio come, ad esempio: trasporto scolastico, mensa, asilo nido e pulizia delle strade. Alle sue dipendenze ci sono 58 lavoratori tutti a tempo indeterminato che hanno un costo annuo poco inferiore ai 700 mila euro. Proprio questi lavoratori sono finiti al centro di una discussione in seno all’ultima seduta del consiglio comunale.
A generare il tutto è stata l’approvazione di alcuni debiti fuori bilancio relativi proprio all’azienda speciale multiservizi. Dopo la votazione il vicesindaco Moira Rotondo ha chiosato: "Non capisco con quale criterio siano state fatte le assunzioni del personale. Assumere 58 persone part-time, verticale e orizzontale, è inconcepibile". Un’affermazione cui è subito seguita quella del capogruppo di minoranza Riccardo Roscia che ha invitato a un maggior «controllo».
Verifiche che, ha poi spiegato il sindaco Anselmo Rotondo, sono già in atto: "Negli ultimi anni si facevano più ore di straordinario che di lavoro. Ora la tendenza è nettamente cambiata".
 Il presidente dell’azienda, Gino Trotto, ha chiarito: "Stiamo lavorando per ristrutturare completamente la macchina dell’azienda municipalizzata. Per questa ragione stiamo procedendo a una verifica di tutti i settori e di ogni singola figura".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400