Ha 19 anni ma la sua scrittura fa invidia ad autori ben più maturi. Sono anni che "compone", che si diletta con le più alte forme di letteratura, che regala a se stesso affascinanti creazioni. Personaggio semplice, umile ma deciso Giacomo Farletti ha appena presentato il suo un libro. "La ballata delle stelle" è la prima opera del 19enne, edito dalla Eus Edizioni.

Un esordio in grande stile per un giovanissimo autore che ha trascorso gran parte della sua vita tra Ausonia, Piedimonte San Germano e Cassino dove prosegue gli studi universitari.

Un debutto importante per un ragazzo che sin dalle prime righe del suo libro dimostra un grande talento ma, soprattutto, una visione a 360 gradi della vita.

L’interesse di Farletti per la scrittura nasce sin da bambino ma matura cinque anni fa durante una calda estate. "Cercavo una valvola di sfogo e non la trovavo: non mi bastava lo sport – ha spiegato il giovane autore - Poi, un giorno, mi sono svegliato e ho sentito di voler tirare fuori qualcosa. Così ho iniziato a scrivere e, ovviamente, ho buttato via tutto. Non mi piacevano. Non mi ritenevo abbastanza capace. Così, tra le altre cose, ho ricominciato anche a leggere. Quell’estate lessi dodici libri”. I primi romanzi che ha letteralmente divorato sono stati quelli di Stephen King, poi sono arrivati i classici di Fëdor Dostoevskij e Oscar Wilde.

Il risultato per questo amore verso la letteratura è "La ballata delle stelle". Un libro che racchiude un insieme di racconti e poesie che, a tratti, sono anche autobiografici. Vita, amore, ma anche la morte vengono raccontate nelle diverse tappe intraprese dall’autore e dai suoi personaggi.

Il libro è stato presentato nei giorni scorsi nell’aula Pacis di Cassino dove ha raccolto i consensi di coloro che hanno apprezzato il volume presentato da questo giovane ragazzo che a soli 19 anni si è dimostrato un vero e proprio talento.