Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









L'Alfa leva il turbo Mistero sulla Giulia

La nuova Alfa Giulia

0

Marchionne conferma i ritardi
L'Alfa Giulia non parte nel 2015

Cassino

«Dobbiamo riallineare la gamma ai mercati con maggiori potenziali di sviluppo. Se pensate che il cambiamento dei mercati cinesi non abbia conseguenze sull’industria dell’auto, state fumando qualcosa di illegale. La Cina sta cambiando la dinamica dei mercati in tutto il mondo». Usa l’ironia l’amministratore delegato di Fiat-Chrysler Sergio Marchionne per rispondere ai detrattori che nei giorni scorsi hanno criticato la scelta di far slittare il battesimo del piano di rilancio di Alfa Romeo dalla fine del 2015 al primo semestre del 2016.

Le sue dichiarazioni rilasciate ieri alle agenzie sono intanto una conferma, qualora ce ne fosse stato bisogno: la produzione della Giulia nello stabilimento di Piedimonte San Germano slitta da novembre 2015 al 2016. La cassa integrazione straordinaria garantisce i 4.000 operai fino all’8maggio 2016. Ma probabilmente, stando almeno alle ipotesi più ottimistiche, non sarà necesario arrivare a tale data: già dalla fine di marzo partirà la salita produttiva per andare a regime entro il mese di maggio, quando ci sarà il rientro di tutti i 4.000 operai che quindi lavoreranno alla Giulia Quadrifoglio e alla Giulietta (già oggi sulle linee).

I ritardi - come ha implicitamente evidenziato Marchionne nella sua risposta di ieri - sono dovuti alla crisi del mercato cinese. E tale crisi avrà le sue ripercussioni anche sull’Italia ed in particolare su Cassino dove si produrranno 5 modelli su 8 del piano Alfa Romeo. La fine delle cassa integrazione - secondo rumors interni allo stabilimento che circolavano nelle scorse settimane - davano per certo il rientro di tutti gli operai già a dicembre, ovvero con 5 mesi di anticipo rispetto al previsto. Così non sarà: non si rientrerà prima di maggio e per le belle sorprese bisognerà aspettare “Babbo Alfa” di Natale 2016 quando, oltre alla Quadrifoglio, arriverà la Giulia in versione normale e poi, nel 2017, il tanto atteso Suv che dovrebbe portare le nuove assunzioni. E, sempre nel 2017, potrebbe andare in porto la fusione tra Fca e Gm.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400