Dal 16 novembre l'ambulatorio di Medicina Trasfusionale del S. Scolastica sarà trasferita all’ospedale di Frosinone. Un ulteriore depotenziamento della struttura sanitaria della città martire.

Utenti e pazienti inferociti per la decisione. «Speravamo, dopo i mesi di servizio a singhiozzo e dopo un agosto passato ad elemosinare ad infermieri privati aiuto domestico, che le cose sarebbero migliorate, invece adesso la situazione è peggiorata del tutto. Per alcuni malati non ci sarà più modo per curarsi, sono persone anziane e sole che non hanno i mezzi epr arrivare a Frosinone».

Nella comunicazione firmata dal Responsabile dell’Unità Operativa Complessa Medicina Trasfusionale dello Spaziani di Frosinone, si specifica inoltre che per quanto riguarda il servizio trasfusionale a domicilio articolato sui distretti di Sora, Cassino e Frosinone, non avendo conoscenza del personale medico ed infermieristico assegnato a tale servizio, nè delle modalità con cui detto servizio viene svolto, il Responsabile si riserva di prendere successivamente decisioni in merito. Sembrerebbe infatti che siano in corso indagini dei Nas per verificarne il corretto funzionamento.