Cassino diventa un "sorvegliato speciale". Dopo le bombe carta e gli attentati in centro vengono rafforzati i controlli e si pensa a un piano integrato di perquisizioni e verifiche di carabinieri e polizia. 

Il questore Santarelli non ha dubbi: fondamentali - al pari delle indagini condotte con grande professionalità da tutte le forze dell'ordine -sono il sostegno e la partecipazione della società civile che reagisce e si indigna davanti agli episodi di violenza. 

Ampio servizio nella nostra EDIZIONE DI OGGI in edicola