Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Pizzaiolo trentatreenne arrestato per spaccio di cocaina

Una vettura dei Carabinieri

0

Pizzaiolo arrestato
per spaccio di cocaina

Cassino

Dopo i controlli ai pullman dei giorni scorsi, ora a finire al centro dell’attenzione dei carabinieri della Compagnia di Cassino guidata dalmaggiore Silvio De Luca, sono i locali in centro della città. Continuano assiduamente i servizi di prevenzione e repressione di reati in materia del traffico di sostanze stupefacenti che i carabinieri di Cassino hanno attuato da tempo per la prevenzione e repressione di tale fenomeno.

Nel corso di uno specifico servizio la scorsa notte i militari del dipendente N.O.R.M., attirati dall’atteggiamento sospetto di una persona in un locale di Cassino notoriamente frequentato da avventori provenienti anche da altri comuni, hanno provveduto a fermarla e sottoporla a controllo.
L’uomo, un pizzaiolo trentatreenne, essendosi accorto della presenza dei militari e sperando di non essere notato, ha cercato di disfarsi della droga che aveva nascosto in un pacchetto di sigarette lasciato volontariamente sul bancone del locale.
Agli uomini del maggiore De Luca però non è sfuggita la mossa repentina e, recuperato il pacchetto di sigarette, hanno trovato all’interno due involucri di cellophane trasparente contenenti complessivamente circa 22 grammi di cocaina, pronta per essere ceduta.
Lo spacciatore, D.M.C. 33enne, arrestato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente” dopo le formalità di rito è stato portato presso la Casa Circondariale di Cassino.
Ma i locali della città continuano ad essere monitorati dai carabinieri allo scopo di debellare il fenomeno dello spaccio nonché individuare e segnalare gli assuntori all’Autorità Amministrativa.
Che sia tra i sedili degli autobus che gli studenti quotidianamente utilizzano per andare a scuola o per raggiungere i luoghi di lezione all’università, o che sia tra i tavoli dei pub e dei ristoranti, per non pensare ai sacchi di farina di qualche pizzaiolo dedito ad attività tanto alternative quanto illegali, gli uomini della Compagnia di cassino sono attivissimi sull’intero territorio per contrastare il fenomeno.
Se prima infatti era molto più comune fermare giovani sospetti per poi trovare sostanze stupefacenti di tipo marijuana o hashish, adesso la cocaina sta diventando una delle scelte più comuni dai ragazzi delal città. Non ci sono fasce d’età o di appartenenza sociale a delimitare i consumatori che possono essere studenti delle superiori così come operai, o anche giovani liberi professionisti, disoccupati o operai. Un vizio che purtroppo non fa distinzioni di sesso e caratterizza donne e uomini.
I risultati ottenuti nei primi nove mesi del 2015 parlano chiaro: 24 persone arrestate quali spacciatori di sostanze stupefacenti; 25 persone denunciate quali spacciatori; 22 persone segnalate al Prefetto quali assuntori; 158 grammi di hashish, marijuana e 29 grammi di cocaina e eroina, rinvenuta e sequestrata oltre a 4 piantagioni di piante di cannabis rinvenute e sequestrate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400