Racket, aggressioni e abusivismo al mercato settimanale. Una situazione sempre meno tollerabile a Cassino tanto che ieri mattina il Comune ha ospitato un vertice sulla sicurezza. La delicata situazione di Cassino è stata infatti analizzata ieri mattina in un incontro a porte chiuse a cui, alla presenza del prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, hanno preso parte il sostituto procuratore Siravo, i vertici delle forze dell’ordine, gli amministratori della città martire e i rappresentanti locali e nazionali di Confimprese Commercio.
Netta la posizione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica (il Cposp): nessuna tolleranza per irregolari e abusivi. In programma una vera e propria stretta che investirà tutti i settori e in particolar modo il mercato.
Basta con i furbetti del sabato in un mercato che, stime alla mano, conta più di 450 stalli. Basta anche con il racket dei venditori di calzini che assalgono cittadini in transito e pretendono oboli per non danneggiare le auto.

Subito dopo il comitato si è riunito un tavolo tecnico delle forze di polizia per stabilire i dettagli delle attività in programma.