Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Confinprese Italia: così va incoraggiata la ripresa
0

Confinprese Italia: così va incoraggiata la ripresa

Cassino

Rendere la città più vivibile e a “grandezza d’uomo”, ma con un impegno globale di tutti: commercianti, associazioni di categoria e amministrazione. Questa una delle mission che arriva da Confimprese Italia per rilanciare il settore del commercio. E, più in generale, l’economia di un vasto territorio. Perché le opportunità non mancano. La riflessione a voce alta arriva a poco più dei primi cento giorni della nuova amministrazione cittadino guidata dal sindaco Carlo Maria D’A l e ssandro che, anche grazie all’opera dell’assessore Di Zazzo, ha avuto tra i suoi punti forti quello di coinvolgere attivamente le realtà associative del territorio.

Gli obiettivi

«L’obiettivo di Confimprese Italia è essenzialmente quello di affiancare e sostenere le micro e piccole imprese nel loro continuo barcamenarsi tra i mille problemi di questa crisi - ha spiegato il direttivo della delegazione di Confimprese Italia Cassino - In questo senso un importante apporto lo potrà dare il fondo per il micro credito varato dalla Regione Lazio e che stiamo promuovendo. Un importante strumento che ci auguriamo possa essere utilizzato dal maggior numero di persone perché rappresenta uno strumento eccezionale per lo sviluppo».

Settore commercio

Ma a Cassino gli occhi sono tutti puntati anche sul settore del commercio che spesso si ritrova in una situazione di torpore che gli «impedisce di reagire facendo sistema e contrastando adeguatamente politiche commerciali vincenti come quelle messe in atto dai grossi centri commerciali». Ma quali strumenti mettere in campo per migliorare la situazione del commercio? Il direttivo della delegazione di Cassino di Confimprese Italia composto da Ghini, Santini, Carlino, Musilli e Galasso ha le idee chiare: «La presenza di Fiat Chrysler Automobiles, dell’Università e dell’abbazia di Montecassino nonché l’innata capacità di Cassino di attrarre gente dai comprensori limitrofi possono rappresentare un’opportunità preziosa da non farsi sfuggire. Certamente una città più vivibile con un centro cittadino “a misura d’uomo” può costituire l’habitat ideale per accogliere turisti e visitatori dai centri limitrofi, immaginiamo quindi un centro città dinamico in grado di attrarre giovani e famiglie».

Le proposte

E nel concreto, spiegano: A noi piace immaginare un centro città che sia popolato da tanti micro eventi coordinati e regolamentati tra loro, dove la musica diventi un elemento d’i ncontro tra la gente.Ci piace immaginare una città che sappia esaltare i propri spazi, dove fare una passeggiata in centro, anche solo a guardare le vetrine, sia un piacere e non un pericoloso slalom nel traffico, in questo senso nutriamo grande fiducia sulla costituenda rete d’imprese anche in vista dei prossimi di possibili collaborazioni con la Regione e non solo».

Le prossime tappe

Per questo motivo la delegazione del direttivo di Confimprese Italia pensa, sull’onda dell’Atina Jazz Festival organizzato per anni da Ghini, «anche a Cassino un grande evento culturale che ogni anno sia in grado di spiccare nel panorama degli eventi del centro Italia, partendo dalle proprie radici, anzi dalle proprie sorgenti, coinvolgendo le numerose associazioni culturali presenti e che sia in grado di stabilire un forte legame con il territorio e l’Università contando soprattutto sulla partecipazione attiva dei tanti studenti facendoli integrare maggiormente con la nostra cittadina». Un obiettivo importante che, secondo Confimprese Italia, deve essere raggiunto con un lavoro sinergico. Un obiettivo che la città di Cassino e tutto il territorio meritano, per veder finalmente rinascere la speranza economica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400