Notificati questa mattina i due avvisi di garanzia nell'ambito dell'inchiesta elettorale al presidente di seggio della sezione 30 e alla segretaria. Sono loro i due indagati con l'ipotesi di reato di falso e violazione della legge elettorale, nell'ambito dell'inchiesta della procura della repubblica di Cassino che intende fare luce sulle oltre 10 schede contraffatte rinvenute nel seggio della frazione di Sant'Angelo. 

Intanto i carabinieri continuano a controllare le 23.223 schede appartenenti a tutte le altre sezioni dove i cassinati hanno votato il 5 giugno.