Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Calci e pugni in pieno centro. Interviene l'ambulanza ma la rissa non si placa
0

Scovati gli aggressori di Viale Dante

Cassino

Li hanno presi. Dopo una breve fuga i due ragazzi che hanno aggredito il tunisino per il suo eccessivo “zelo”nel richiamare il rispetto delle regole sono finiti nella mani della Polizia. Si tratta di un giovane di 25 anni residente a Cassino, denunciato per lesioni personali aggravate in concorso insieme a un ventinovenne, sempre del posto, a cui sono contestati anche i reati di danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio.

Sono loro, secondo gli agenti del Commissariato di Polizia diretto dal vice questore Tocco, i responsabili del pestaggio di domenica sera in viale Dante. La ricostruzione dei fatti Erano le 20.50 di domenica quando la volante è intervenuta a seguito della segnalazione di una violenta lite, giunta sulla linea di emergenza 113.

Gli agenti hanno accertato subito i fatti: il furibondo litigio era scaturito dopo che un cittadino tunisino del Cassinate aveva richiamato verbalmente una ragazza. La sua auto, infatti, era parcheggiata sulle strisce e ostacolava il passaggio a una persona diversamente abile. Alla scena aveva assistito un giovane che non ha affatto gradito l’intromissione, così prima ha iniziato a inveire con frasi razziste del tipo “Qui comandiamo noi”, poi è passato direttamente alle mani. Lo ha colpito brutalmente al volto, provocandogli la frattura della mandibola tanto da dover richiedere le cure dei sanitari dapprima del Santa Scolastica e, successivamente, di un ospedale della Capitale. Per lui, 32 anni, un’operazione in programma proprio per questa mattina all’Umberto I.

Ma i fatti in viale Dante non finiscono qui. Alla vista dell’ambulanza, è entrato in scena un altro aggressore, che si è scagliato contro il mezzo di soccorso, colpendolo ripetutamente fino a infrangere il vetro della porta scorrevole . I due, dopo aver dato sfogo a tanta violenza, si sono dileguati prima dell’arrivo dei poliziotti, che comunque hanno raccolto elementi utili per individuarli. E le indagini condotte dagli investigatori, nel giro di poche ore, hanno portato ad identificare i due giovani e denunciarli.

La gente presente, al momento dell’aggressione, ha dichiarato tutto il proprio terrore di fronte a un pestaggio oltremodo assurdo. Gli “assenti”, i cittadini di Cassino, sono rimasti sgomenti. I precedenti Appena il giorno prima, due mendicanti avevano inscenato tra via Marconi e via Lombardia un violento alterco.

Anche in questo caso, a dare l’allarme erano stati i cittadini e all’arrivo della polizia l’amara scoperta: uno dei due era stato colpito, la sera prima nel corso di un litigio con la stessa persona, da un taglierino alla gola. Immediata la corsa in ospedale. Ad agosto in piazza Labriola durante la “EmergenzAperitivo - Summer tour 2016” del barman campione del mondo di Flair bartending, Bruno Vanzan, qualcuno in piazza ha aggredito un ragazzo dello staff. Il barman ha chiuso il suo bar “su ruote” ed è andato via. È rimasta l’amarezza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400