Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









D'Alessandro chiama il sindaco di Amatrice. E dà nuove indicazioni ai cittadini
0

D'Alessandro chiama il sindaco di Amatrice. E dà nuove indicazioni ai cittadini

Cassino

Una telefonata al sindaco di Amatrice, altre ai colleghi dei comuni coinvolti dalla tragedia che ha commosso l'Italia. Il sindaco D'Alessandro sta mettendo in campo tutte le iniziative possibili per aiutare le popolazioni terremotate e ha voluto raccordassi con chi vive l'emergenza in prima linea per capire, da vicino, quale aiuto poter donare. Così pronuncia il suo "grazie" ai cittadini per l'enorme disponibilità mostrata nel portare coperte, indumenti, scarpe, genere non deperibili ai due centri di raccolta presenti a Cassino, in località Sant'Antonino e lungo via Ausonia. Ma, in questo momento, gli aiuti bastano. Così si rivolge direttamente ai cittadini: "La vostra disponibilità è stata smisurata. Per questo dico ad ognuno "grazie". I sindaci mi hanno informato del fatto che hanno tutto. Ma, vi dico, che l'emergenza sarà ancora lunga. E il buon cuore di ognuno potrà manifestarsi ancora, nelle prossime settimane. Attendiamo nuove disposizioni sul da farsi. Abbiamo mezzi e uomini pronti a partire ma, consegnati gli ultimi pacchi, possiamo allentare momentaneamente ogni attività di raccolta. Più avanti servirà una nuova gara di solidarietà. Anche gli albergatori della città hanno raccolto il mio invito a mettere a disposizione delle stanze per gli sfollati. Ognuno si è dichiarato disponibile ad accogliere una o due famiglie ma i colleghi sindaci, per ora, hanno detto che non ce n'è bisogno".

Commovente la telefonata con tutti. In particolare con il sindaco di Amatrice che, nel corso del dialogo, gli ha detto: "Qui abbiamo tutto per la notte: tende, viveri, indumenti. Ci manca il nostro paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400