È stata attivata una procedura speciale e ieri l’amministrazione è riuscita a ricoverare il clochard col “vizio” dello spogliarello in una Rsa. L’uomo si è reso più volte protagonista di situazioni al limite della decenza, espletando i propri bisogni in strada e persino nella centralissima chiesa di Sant’Antonio.

Tanto da indurre don Benedetto Minchella a chiedere l’intervento delle autorità. Due giorni fa era stato ricoverato in ospedale con l’intervento dell’amministrazione, del 118 e della polizia. Poi era fuggito nuovamente cercando di tornare in piazza Toti dove da diverso tempo dormiva coperto da cartoni e buste.

E ieri mattina, con una delicata procedura, grazie all’ausilio della polizia municipale, è stato accolto in una Rsa che potrà ora garantirgli tutte le cure del caso.