Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









«Chi ha occupato le case è escluso dai voucher»

L’assessore ai servizi sociali Benedetto Leone ospite ieri mattina ai microfoni di Radio Cassino Stereo

0

«Chi ha occupato le case è escluso dai voucher»

Cassino

«Chi ha occupato una casa abusivamente non può partecipare al bando. Chi ha occupato abusivamente una casa non può chiedere alla comunità di essere aiutati. I controlli saranno serrati». Parole e musica dell’assessore ai servizi sociali Benedetto Leone che ieri mattina ai microfoni di “Radio Cassino Stereo” ha annunciato che il bando dei voucher lavorativi per coloro che hanno un Isee inferiore a 2.500 euro ripartirà con un fondo di 40.000 euro ma da tale bando, appunto, saranno esclusi coloro che hanno occupato abusivamente le case.

Poi il delegato di D’Alessandro, e che secondo molti è il vero spin doctor del sindaco, ha annunciato due progetti innovativi riguardo al sociale che partiranno entrambi da settembre. Ai microfoni della nota emittente radiofonica ha spiegato: «Il primo progetto partirà il 2 settembre: è il progetto di sostegno per l'inclusione attiva che facciamo in collaborazione con il ministero delle politiche sociali e con il consorzio dei servizi sociali. È una sorta di social card. Possono partecipare tutte le famiglie che hanno un componente che sia minore o un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata. Serve ad accompagnare le famiglie con gravi disagi a reinserirsi. Il secondo progetto, “Coloriamo il comune”- ha proseguito Leone - che partirà sempre a settembre è scritto solo dai servizi sociali. Alla luce di questi primi 45 giorni mi sono reso conto che il settore dei servizi sociali non è aperto alla comunità, nel sensoche si ha diffidenza,si ha paura, soprattutto per le giovani mamme, di chiedere anche un aiuto per paura degli assistenti sociali. Abbiamo pensato di aprire questi servizi alla città, collaborando con le cooperative che lavorano con il comune. A loro chiederemo di aiutarci a colorare il comune. Insieme coloreremo l'area dei servizi sociali. Gli stessi dipendenti saranno insieme ai ragazzi a dipingere».

Infine Leone replica alle critiche per la sua presenza particolarmente attiva sui social network: «Assessore troppo social? Lo sono, li utilizzo perchè è giusto informare i cittadini. L'ho sempre fatto. Oggi gran parte dei cittadini li utilizzano. Amministrazione smart, composta da giovani».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400