Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Oltraggiato il monumento storico: secondo atto vandalico in due giorni
0

Oltraggiato il monumento storico: secondo atto vandalico in due giorni

Roccasecca

L’ornamento in metallo del monumento dei caduti spezzato e buttato a terra, senza rispetto. Così si sono svegliati ieri mattina i residenti di Roccasecca centro che hanno trovato ai piedi del monumento l’ornamento. Ancora un atto vandalico che colpisce Roccasecca, il secondo nel giro di due giorni, che ha offeso tutta la città.

«Rimetteremo l’ornamento al suo posto originale - ha affermato il sindaco di Roccasecca, Giuseppe Sacco - Gesti del genere che offendono la memoria di un’intera comunità non possono essere tollerati. Invitiamo i cittadini a segnalare gli eventuali responsabili per consentire all’amministrazione di adoperarsi per scongiurare il ripetersi di questi episodi».

Una scia di atti vandalici che da due giorni ha colpito Roccasecca. Nella notte di martedì qualcuno si è “divertito” con le panchine della piazzetta retrostante palazzo Paolozzi: spezzata una stecca della panchina e gettandola nel giardino di una casa vicina. «Sono gesti da condannare - ha aggiunto il sindaco - Se qualcuno è in possesso di informazioni utili a individuare i responsabili è pregato di fare le opportune segnalazioni in Comune. L’amministrazione non tollera atti vandalici e nell’i n t eresse di tutta la comunità è pronta ad adottare ogni iniziativa utile per prevenire ulteriori episodi che mettono a repentaglio il patrimonio pubblico».

Le reazioni

Atti vandalici che hanno disgustato la città, soprattutto l’ultimo che ha oltraggiato il monumento dei caduti. Tanti i commenti di denuncia per lo spregevole gesto. «Ognuno di noi ha un parente il cui nome è scritto sul monumento - scrive sui social Valentina - E chi ha fatto questo gesto è come se l’avesse fatto a tutti noi. Se oggi siamo persone libere lo dobbiamo in primis a loro che hanno sacrificato la propria vita per permetterci un futuro migliore. Vergognatevi!». In tanti hanno chiesto pene severe per la mano che si è macchiata del vile gesto, tra questi il fondatore e frontman degli Mbl, Benedetto Vecchio: «Telecamere e punizioni severe senza pietà».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400