Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Vietato giocare a pallone in piazza. E' polemica tra i ragazzi

L'avviso incriminato

0

Vietato giocare a pallone in piazza. È polemica tra i ragazzi

Piedimonte San Germano

Vietato giocare a pallone in piazza a Piedimonte San Germano: si rischia una multa di 166 euro. 

Ognuno ha il ricordo di una serata passata in piazza a giocare a pallone, quando delle semplici panchine - oppure due zaini messi a terra - diventavano porte e quattro sampietrini sembravano l'erba di San Siro. Ingannare le estive in piazza passeggiando in bicicletta o con qualsiasi tipo di gioco, anche i gavettoni. Ora in piazza Municipio questo sarà solo un ricordo: vietati tutti i tipi di gioco. 

"L’articolo 5 del regolamento di pulizia urbana - si legge nell'avviso appeso in piazza e firmato dal comandante della polizia locale - approvato con deliberazione del consiglio comunale numero 13 del 22 aprile 2014, vieta qualsiasi gioco non autorizzato sul suolo pubblico, come il gioco con il pallone. Tutti coloro che giocano a pallone sul suolo pubblico (piazze ecc) possono essere sanzionati con 166,70 euro ciascuno".

Un'avviso che ha scatenato un fiume di polemiche sui social, soprattutto tra i ragazzi. Proprio coloro che abitualmente si ritrovano in piazza per stare con gli amici e perché no, giocare a pallavolo o fare due passaggi con un pallone. In tanti, anche quelli più grandicelli, hanno ricordato i tanti pomeriggi trascorsi in piazza o per strada a giocare. Quando serviva un richiamo dei più grandi o un pallone "sequestrato" per far smettere tutto, ma niente vietava mil giocano dopo di tornare a divertirsi in piazza. Ma ora quell'avviso ha messo la parola fine su tutto: "game over". Soprattutto alla luce del fatto che a Piedimonte non ci sono strutture o spazi per i giovani dove potersi ritrovare e giocare.

un'avviso che ha colto di sorpresa anche alcuni assessori. Intanto il consigliere di minoranza Ermelinda Costa ha annunciato un'interrogazione comunale, mentre il giovane presidente di Prima Piedimonte, Alessandro Vincitorio, sprona i ragazzi a non farsi scoraggiare.

Ma la sfida è stata lanciata: i giovani continueranno a giocare in piazza con il pallone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400