Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Città sempre più sporca
Bando in arrivo per la differenziata

A giorni il bando sulla differenziata

0

Città sempre più sporca
Bando in arrivo per la differenziata

Cassino

Tutto pronto per il nuovo bando della raccolta differenziata.

 L’assessore all’ambiente Riccardo Consales rassicura sul fatto che entro fine mese, ovvero entro venerdì di questa settimana, si riunirà una giunta ad hoc apposta per redigere il documento finale da mandare in pubblicazione entro l’estate.
Sempre il 31 luglio scade anche la proroga alla De Vizia, la società che attualmente gestisce il servizio della raccolta rifiuti, e il dirigente sta già lavorando alla nuova, che probabilmente si renderà necessaria almeno fino alla fine del 2015. L’opposizione di centrodestra con il capogruppo Franco Evangelista sale però sulle barricate e invita l’assessore a presentare le dimissioni: «Quest’amministrazione da 4 anni sta facendo solamente propaganda. La città non ha risparmiato nulla con la raccolta differenziata ed è più sporca di prima».
Altre polemiche, sulla sporcizia a causa dei rifiuti abbandonati, sono giunti ieri da parte dei residenti di via XX settembre dove stamane ci sarà un sopralluogo della Polizia Locale, anche se già divampano le polemiche per la disparità di trattamento tra le arterie del centro e le vie in periferia.
Questa sera, intanto, in Consiglio comunale si discutono le aliquote Irpef, la Tasi e l’Imu, tutte invariate rispetto allo scorso anno eccezion fatta per un leggero rincaro che riguarda l’Imu sui terreni agricoli.
Una prova importante per la maggioranza di centrosinistra che governa la città, che nonostante i tanti litigi interni e le fibrillazioni, sembra aver ritrovato l’unità dopo che il sindaco ha fatto retromarcia sull’ipotesi Salera e ha votato a favore di Pietro Zola alla presidenza del Cosilam. I numeri restano comunque risicati e sono ancora tanti i progetti in cantiere da mandare in porto entro fine consiliatura: funivia, piano regolatore, piano urbano del traffico (che prevede al suo interno l’isola pedonale permanente) e la piazza salotto. A tal proposito sono in tanti a tirare le orecchie ai “Riformisti”. Si sfoga un consigliere: «Avevano detto di non voler più il mercato in centro. Perchè ora tacciono?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400