Movida violenta e molesta, chiuso un locale in centro. 

Tante le denunce dei residenti del cuore della città martire. E non solo quelle "ufficiali" dei privati cittadini. A scagliarsi contro la movida incontrollabile era stato persino don Benedetto che aveva puntato il dito sulla movida ingestibile e irriguardosa persino nei confronti del Venerdì Santo.

Avevano fatto seguito raffiche di controlli in centro con la denuncia di titolari e persino di un dj. Oltre alla musica decisamente fuorilegge le attività somministravano bevande alcoliche a minorenni senza freni. A metterlo, un freno, alla movida ribelle e fastidiosa ci hanno infatti pensato in più occasioni gli uomini dell’Arma della Compagnia di Cassino che hanno passato al setaccio le maggiori attività del centro, scoprendo diverse irregolarità. 

Ora la novità: la chiusura di un locale molesto, dopo l'interessamento della polizia locale e l'intervento dei carabinieri per irregolarità nelle autorizzazioni oltre che per le contestazioni pregresse di musica a volume eccessivo e di somministrazioni di bevande alcoliche.