Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

La Cisl presenta il documento
per rilanciare le sorti del territorio

Cassino

Un successo in termini di pubblico e non solo il convegno promosso dalla Cisl ieri mattina a Cassino per discutere il piano strategico di sviluppo integrato 2015/2017 del Lazio Meridionale “Azioni di in-formazione”.

Ad aprire i lavori e illustrare le linee guida del documento è stato il segretario generale della Cisl Pietro Maceroni. È poi salito in cattedra, a rappresentare il comune di Cassino, il vice sindaco Mario Costa che ha evidenziato la vicinanza dell’amministrazione agli industriali e al sindacato soprattutto in questo importante momento storico per l’industria cassiante che a ottobre vedrà la ripartenza dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano che produrrà l’Alfa Giulia e un’altra serie di modelli del Biscione fino al 2018.
A rivendicare con orgoglio i meriti della ripartenza della Fiat, a Pomigliano come a Cassino. è stato l’ex segretario nazionale della Fim-Cisl che h ricevuto il plauso sia di Neroni, che dell’attuale delegato territoriale della Fim Mirko Marsella.
Dell’importanza che riveste Fca per il territorio hanno parlato anche i rappresentanti di Unindustria e della Camera di Commercio Davide Papa e Marcello Pigliacelli. Quest’ultimo ha poi spiegato, che proprio per la vicinanza con lo stabilimento di Piedimonte, il Cosilam riveste un ruolo centrale e di primaria importanza in ottica di razionalizzazione dei consorzi industriali.
«Abbiamo ritenuto utile invitare gli stakeholders locali perché noi della Cisl - ha spiegato Pietro Maceroni - riteniamo che se vogliamo davvero rilanciare la parte sud della Provincia di Frosinone i confini devono diventare orizzonti e deve partire dai noi, dal territorio, una progettualità seria e concreta che ponga le basi per un nuovo sviluppo. Un metodo di lavoro partecipativo e dinamico, secondo una logica bottom up, che cresce dal basso e concreto, per fornire risposte utili alle reali esigenze della Provincia - ed è per questo che prosegue spedita la piattaforma di “innovazione incrementale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400