Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Dna e impronte: gli accertamenti vanno avanti senza sosta per trovare l'assassino

La vittima Serena Mollicone

0

Dna e impronte: gli accertamenti vanno avanti senza sosta per trovare l'assassino

Arce

Caso Mollicone, indagini senza sosta per arrivare alla verità. Mentre gli inquirenti continuano nei certosini accertamenti sulla salma della studentessa di Arce che resta al Labanof decine e decine di persone si stanno sottoponendo alla prova del Dna e delle impronte. Sia di Arce che non. Così come indicato nel dispositivo del gip Lanna. Ovviamente, nessuno risulta nè sospettato nè indagato. Un passaggio fondamentale, mentre l'altro giallo irrisolto - quello del brigadiere Tuzi - che con il caso di Serena mantiene un punto di intersezione (almeno nella testimonianza resa dal brigadiere) è stato riaperto. Con grande soddisfazione della famiglia assistita dall'avvocato Coluzzi. 

Mentre scatta il conto alla rovescia per sapere quando papà Guglielmo potrà attendere il ritorno a casa di sua figlia ancora nelle mani degli esperti del Labanof di Milano (dopo la riesumazione) nulla può essere lasciato in secondo piano, ora che la verità sembra così vicina da poterla quasi sfiorare. Già a metà dello scorso mese di marzo erano state disposte mirate analisi sulla porta che si trovava all’interno della caserma di Arce per stabilire a quale alloggio appartenesse, dal momento che di fatto risultava appoggiata ad un muro e quindi spostata. Attese importanti novità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400