Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Traffico di eroina tra Castelvolturno e il Cassinate: tutti i nomi

La conferenza stampa di stamattina

0

Traffico di eroina tra Castelvolturno e il Cassinate: tutti i nomi

L'operazione

Dalla Campania al Cassinate per trasportare l'eroina che serviva per rifocillare la piazza locale. Un canale di trasmissione utilizzato dagli spacciatori che avevano studiato, nel dettaglio, le mosse, gli spostamenti, le tattiche per far arrivare e smerciare lo stupefacente. Ma i carabinieri sono riusciti a smantellare il gruppo e a fermare il traffico.

Grazie alle indagini, partite nell'ottobre del 2014 e coordinate da Antonella Cantiello della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, i Carabinieri del Norm della Compagnia di Pontecorvo, con il supporto dei Comandi dell'Arma territorialmente competenti, hanno eseguito ad Aquino, San Giovanni Incarico, Castrocielo e Castelvolturno, un’ordinanza con la quale il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso misure coercitive personali nei confronti di sei indagati che avevano materialmente realizzato una rete di smercio insediata nel basso frusinate che si avvaleva di un canale d rifornimento attestato lungo il litorale Domitio di Castelvolturno. 

La particolare attività di contrasto messa in piedi dagli uomini dell'Arma è stata finalizzata a contenere le tragiche conseguenze del traffico di eroina, rilevate a seguito dei casi di overdose registrati nel territorio della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo e sostanziate soprattutto con il decesso di un giovane Pontecorvese di 35 anni. 

Nel contesto delle operazioni gli investigatori sono riusciti a ottenere utili riscontri direttamente riferibili al narcotraffico monitorato,  procedendo complessivamente all’arresto in flagranza di due giovani, al deferimento di 12 giovani stabilmente residenti nel territorio del basso frusinate, nonché al sequestro di 50 grammi di eroina, quantitativo corrispondente a circa 200 dosi. 

I servizi di pedinamento, osservazione e controllo, hanno inoltre consentito l'identificazione del fornitore in un extracomunitario 39enne di nazionalità ganese,  clandestino che gravitava sul litorale Domitio di Castelvolturno.  Il trasporto dello stupefacente da parte degli acquirenti/spacciatori avveniva utilizzando anche soggetti compiacenti che organizzano vere e proprie staffette finalizzate ad eludere i meticolosi controlli predisposti lungo le principali arterie di collegamento tra la provincia campane e il frusinate. 

Si è così arrivati all'arresto di Pierpaolo Bianchi, 33enne di Aquino e di Emanuele Lancia, 26enne di San Giovanni Incarico, sottoposto agli arresti domiciliari. Sottoposti all'obbligo di dimora nel comune di residenza ed all'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria di  Valerio Pelagalli, 28enne di Aquino, Pasquale Gerardi, 46enne di Aquino, Raffaele Calò, 32enne di Castrocielo.

Nei due video la conferenza stampa dei carabinieri 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400