Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









L'appello di Petrarcone al Pd «Mettiamo da parte personalismi»

Il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone

0

La Resistenza di Petrarcone: "Sul valore dell'antifascismo non si transige"

Cassino

Petrarcone punta i piedi e chiude le porte. A chi non riconosce i valori dell'antifascismo e a chi non è identificabile nella storia del centrosinistra. Lo fa in occasione del 25 aprile, con un comunicato che suona come una cacciata per Niki Dragonetti e tutti coloro che, pur provenendo da una tradizione di centrodestra, non si riconoscono in valori fondamentali del centrosinistra. E sui valori Peppino non transige: "Tutti gli accordi politici sono possibili, ma i valori sui quali si basa la nostra Costituzione non si barattano".

Il sindaco non nomina nessuno, ma dal suo entourage trapela che il messaggio non è indirizzato affatto a Gabriele Picano che, "pur venendo da una tradizione moderata è antifascista convinto, non mette in discussione i valori fondamentali e la sua famiglia, com'è noto, è stata sempre un punto di riferimento per il centrosinistra moderato in città. Ed è un vanto e un orgoglio per tutta Cassino".

Men che meno il messaggio è indirizzato a Marino Fardelli, "uomo con un dna chiaro di centrosinistra, altrimenti non ci sarebbe stato l'accordo che invece è stato siglato", spiegano i pretoriani del sindaco. Ma intanto già due pedine importanti - Palma e Ferraro - hanno abbandonato il consigliere regionale. In arrivo nella coalizione di Petrarcone, è notizia di poche ore fa, c'è però l'attivista del quartiere San Bartolomeo Edilio Terranova.

In attesa della riunione di domani con i suoi fedelissimi, che hanno pressato affinchè la coalizione resti chiaramente di centrosinistra, il sindaco in una nota diramata in tarda mattinata ha sottolineato: "Anche Cassino continua a dare il suo contributo per il percorso della memoria, dimostrando che da un po’ di tempo a questa parte sta maturando anche nel nostro contesto territoriale un’importante sensibilità per il ricordo della Resistenza. Un ricordo - sottolinea il sindaco -  che abbiamo il dovere di trasmettere alle nuove generazione e che è in sintonia con i valori dalla stessa propugnati, quali l’antifascismo, il progressismo e la costruzione di una vera Europa dei diritti.

Proprio per questo voglio ribadire, in un giorno così importante per il nostro Paese, che su queste tematiche non accettiamo distinguo o visioni alternative e che soltanto chi condivide questi valori può far parte del nostro progetto politico. Ognuno è libero di riconoscersi nella coalizione che maggiormente lo rappresenta. Mi aspetto che anche all’interno delle altre coalizioni valga lo stesso criterio. Ci sono valori che non possono e non devono essere oggetto di alcun tipo di contrattazione. Chi si presenta con noi sa perfettamente che i valori che oggi stiamo ricordando e celebrando sono e saranno sempre linee guida del nostro progetto politico – amministrativo e che, quindi, chi non li condivide non può far parte della nostra coalizione."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400