Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Allarme truffe agli anziani:
0

La truffa del gioiello falso: derubata un'anziana

Cervaro

«Ma che bella catenina è uguale alla mia, anzi la tua è più bella: me la fai vedere?». Una richiesta inusuale, ma all’apparenza innocua, quella utilizzata da una coppia per truffare un’ignara anziana. È successo nei giorni scorsi. Vittima del raggiro una signora di 87 anni di Cervaro che si trovava sull’uscio della propria abitazione, come spesso accade.

Prima un paio di frasi amichevoli, poi la richiesta di vedere da vicino la collana con diverse scuse. Allora la donna, credendo nella buona fede dei due, si è sfilata l’oggetto prezioso dal collo per farlo vedere da vicino ai truffatori: a quel punto mentre uno continuava a intrattenere la signora, l’altro con destrezza stava sostituendo la collana con un oggetto di bigiotteria. Una volta consegnato il finto oggetto prezioso all’anziana, i due avrebbero salutano sparendo nel nulla, così come erano arrivati.

Una vicenda singolare che ha insospettito la donna che ha raccontato l’accaduto ai familiari. Questi, scoperta la truffa, hanno denunciato tutto ai carabinieri della locale stazione, della Compagnia di Cassino, che si sono subito messi sulle tracce dei lestofanti. Ancora una volta vittima dei truffatori è, purtroppo, un anziano. Molto spesso sedicenti avvocati, tecnici di luce e gas o amici di famiglia intervenuti in soccorso di figli e familiari in difficoltà riescono a ottenere la loro fiducia per poi ingannarli. Solo cinque giorni fa un pensionato di Sant’Elia Fiumerapido è stato raggirato da finti turisti stranieri che, con la scusa di chiedere aiuto e informazioni, sono riusciti a sfilargli circa cento euro.

L’invito delle forze dell’ordine è quello di non abbassare mai la guardia con gli sconosciuti. Diversi sono i progetti e gli incontri che i carabinieri fanno sul territorio per mettere in guardia i cittadini. Tra questi il “Cittadino sicuro e informato” del Comando provinciale dell’Arma, attraverso il quale i militari illustrano alcuni modus operanti dei malfattori messi in atto specialmente nei confronti di anziani per entrare in casa: falsi funzionari o impiegati che si presentano con la scusa di dover verificare la posizione pensionistica, o controllare i contatori del gas. La guardia deve restare alta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400