Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Libera celebra la giornata della memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie
0

Libera celebra la giornata della memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Cassino

Il 21 marzo è il giorno del solstizio di primavera, stagione in cui la natura rinasce dopo il letargo invernale, ma è anche, da ventuno anni, il giorno in cui l’associazione Libera celebra la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle Vittime Innocenti delle mafie”, affinché al risveglio della natura si accompagni il rinnovo della primavera della verità e della giustizia sociale. Una scelta che, notizia del 17 marzo, approvata all’unanimità anche dal Senato, sottolineando quanto questa sia “occasione per restituire centralità al tema della lotta alle mafie e per promuovere la cultura della giustizia e della legalità”.


In questa giornata sono ricordate le vittime innocenti delle mafie e delle stragi, quelli di cui conosciamo le storie, quelli di cui sappiamo solo il nome e i tanti dei quali non abbiamo ancora conoscenza. Un modo per mantenere viva la memoria di quanti hanno perso la vita per la violenza delle mafie, subdole e spietate nel perseguire interessi basati su un sistema costruito sull’illegalità e l’ingiustizia. Un ricordo che deve e vuole essere la fonte di un impegno partecipato e corresponsabile di tutti, affinché si possa contrastare e rovesciare un sistema pervasivo e tentacolare che alimenta e fortifica disuguaglianze sociali oltre che una cultura di mafiosità e connivenza silente e colpevole.


Quest’anno, per la prima volta la manifestazione non sarà concentrata in un’unica piazza, ma si terrà in più località d’Italia, puntando a trasformare un’importante manifestazione in una festa nazionale. Anche a Cassino, pertanto, sarà celebrata la giornata, per volere del Coordinamento provinciale di Frosinone e del locale presidio, presso la “Casa della Cultura”, nel parco Baden Powell di Cassino. La giornata, articolata in varie fasi: alle 11 si leggeranno, in contemporanea con 1000 piazze d’Italia, i nomi delle Vittime Innocenti, e il pomeriggio sono previsti momenti di riflessione, incontri laboratoriali e una tavola rotonda conclusiva, dal titolo “Memoria magistra vitae, per un impegno contro le ingiustizie e le disuguaglianze sociali.”. Parteciperanno all’evento diverse realtà locali fortemente impegnate, da anni, nell’attività sociale fra cui: ANPI, Centro dei Diritti, Azione Parkinson, EXODUS, GNGEI, Azione Cattolica, Ethica.


“Vogliamo ribadire la nostra volontà nel continuare un’azione efficace volta a contrastare una cultura fondata su una mafiosità latente, su cui si basano sistemi clientelari, fenomeni corruttivi – siano essi di tipo materiale che morale – e ingiustizie che tendono ad emarginare, in maniera crescente, i più deboli della società, prime vittime del silenzio dei benpensanti e dei negazionisti. – queste le parole di Walter Bianchi, responsabile provinciale di Libera, che continua - Ciò è possibile soltanto attivando una collaborazione, una rete, fra le varie realtà locali che sappiano proporre un modello che sostituisca un approccio al problema di tipo teorico e parolaio, con gesti concreti e quotidiani.

Tutto ciò per ripetere la volontà di Libera che, nascendo come associazione antimafia, dopo venti anni si pone l’obiettivo di diventare associazione pro-partecipazione, pro-giustizia, pro-uguaglianze, pro-ambiente, pro-pace! Del resto l’italiano è importante e anche il modo con cui si propongono le proprie finalità, indica la dimensione e la natura di un impegno, che, è giusto affermarlo, vuole essere oltre che di contrasto anche, se non soprattutto, propositivo. Tutto ciò si può realizzare soltanto attraverso l’impegno di tutti, che con il proprio modo unico di essere individuo, possano dare vita ad un NOI coeso, consapevole e protagonista di un positivo cambiamento per il nostro territorio.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400