Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









I Cinque Stelle perdono pezzi. Valeria Santini viaggia in direzione Petrarcone

Valeria Santini

0

Valeria Santini viaggia verso Petrarcone sogna una città a misura di disabile

Cassino

I Cinque Stelle continuano a ritardare l'annuncio del loro candidato a sindaco. L'ultima ad abbandonare il gruppo è stata di recente Valeria Santini, donna molto attiva nel campo del sociale e al fianco dei disabili. A tal proposito per il 20 marzo è in programma una grande e importante manifestazione loro dedicata, con il patrocionio dell'amministrazione comunale. Con Petrarcone c'è un'interlocuzione aperta: lo ammetta la stessa Valeria Santini nell'intervista concessa a ciociariaoggi.it, che riportiamo di seguito.

Valeria Santini, da possibile condottiera ad avversaria dei Cinque Stelle: perchè ha deciso di abbandonare il Movimento?

"Premetto che è stato il Movimento 5 Stelle a cercarmi, ho avuto alcuni incontri con il gruppo in cui ho cercato di spiegare le mie proposte per un reale cambiamento nell’amministrazione della città che potesse fare un passo avanti dopo l’amministrazione Petrarcone. Ho dovuto, tuttavia, prendere atto che non c’erano le condizioni per iniziare e, successivamente sviluppare questo percorso per divergenze sul metodo e sulle scelte programmatiche, ma soprattutto sulla diversità di orientamento nella linea amministrativa che mi hanno indotto ad escludere un mio coinvolgimento con il Movimento 5 Stelle di Cassino".

Come pensa di poter mettere a disposizione le sue capacità acquisite in tanti anni di associazionismo?

"La mia esperienza di molti anni nell’associazionismo, in tutti i suoi aspetti, e la pratica sportiva mi hanno fatto avvicinare ad un mondo quasi sconosciuto, o meglio conosciuto solo in parte, rappresentato dalla disabilità e della integrazione sociale di queste persone speciali. Ho, infatti, avuto modo comprendere quanto lo sport fosse aggregante e fondamentale per il loro inserimento sociale, da sempre difficile, dove le barriere culturali troppo spesso si uniscono a quelle architettoniche rendendo la loro vita insopportabile e irta di ostacoli. Da questa considerazione sono partita per immaginare e voler realizzare una città a misura di disabile pensando Cassino come un progetto all’avanguardia sotto questo profilo. Sono convinta che Cassino possa diventare una città vivibile ed organizzata per tutti i suoi abitanti. Credo che attraverso l’azione e le proposte del movimento ”Cassino Città ideale” si possano raggiungere risultati importanti in questo senso, senza tralasciare le altre problematiche che la città presenta".

La campagna elettorale sta ormai per entrare nel vivo e gli schieramenti vanno delineandosi: in tanti la cercano, ha sciolto le riserve?

"Al momento continuiamo a portare avanti gli obiettivi del Movimento che abbiamo creato, che già nel titolo CASSINO CITTA’ IDEALE anticipa quelli che sono i nostri programmi consci del fatto che la disabilità non rappresenta un mondo a parte, ma una parte del mondo in cui viviamo e con cui dobbiamo confrontarci quotidianamente. Migliorare la qualità della vita e delle aspettative di tutti i cittadini, disabili compresi, partendo dalle cose non realizzate per l’enorme deficit economico ereditato dalle precedenti amministrazioni di centrodestra, rappresenta un punto fondamentale per chi dovrà amministrare la città".

Tra i tanti candidati ci sarà anche e soprattutto il sindaco uscente: pensa di poter avviare un dialogo con l'amministrazione?

"Sono convinta che il dialogo ed il confronto siano le forme migliori per la soluzione ai tanti problemi che affliggono Cassino ed il suo territorio da troppo tempo. Ritengo fondamentale dialogare con tutti coloro che hanno a cuore il bene della città e soprattutto dei cittadini. Riconosciamo all’attuale amministrazione Petrarcone un lavoro importante, seppur difficile, fatto in questi anni, sappiamo che nei prossimi, però, dovrà esserci una spinta ancora maggiore verso gli obiettivi proposti dal Movimento, del resto essi rappresentano il frutto del confronto di idee provenienti dalle diverse anime che lo costituiscono e di tutte le componenti della società civile. Ci vediamo comunque aperti ad un confronto serio e costruttivo con l’Amministrazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400