Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Sessione "primaverile" a Giurisprudenza, si scatena la bufera. Un vero scandalo

La sede del rettorato dell'Università di Cassino

0

Sessione "primaverile" a Giurisprudenza, si scatena la bufera. Un vero scandalo

Cassino

Ottanta giorni o poco più dividono gli studenti dalle elezioni per il Consiglio Nazionale e per il rinnovo di tutti gli organi interni dell'Unicas (senato,  cda, consiglio studenti, dipartimenti e corsi di studio). Le consultazioni sono state fissate per il 18 e il 19 maggio e le compagini che maggiormente si daranno battaglia saranno Primavera Studentesca e Ultimo Banco.

Inutile dire, allora, che in questo clima, e di questi tempi, ogni occasione è buona per rivendicare successi o bocciare l'operato altri. Ed è esattamente quello che sta avvenendo in questi giorni a Giurisprudenza. A denunciare il caso - carte alla mano - è l'associazione Ultimo Banco dopo che Primavera Studentesca avrebbe rivendicato la disponibilità verso gli studenti di impegnarsi per far fissare ai docenti una sessione d'esame straordinaria a maggio.

"Iniziativa nobile, come ogni iniziativa volta a migliorare la vita universitaria degli studenti e risolvere i loro problemi. Peccato - rivela Raffaele Papa di Ultimo Banco - che i rappresentanti di Primavera negli anni scorsi hanno votato insieme ai professori per farla cancellare, la sessione di maggio".

Argomenta il presidente dell'associazione: "Surreale che questa proposta venga da chi negli anni scorsi ha eliminato quel privilegio. Noi come Ultimo Banco, ora che abbiamo provato a batterci per farla riattivare siamo stati anche derisi dai docenti che, verbale alla mano, ci hanno dimostrato come fosse impossibile ripristinarla, in quanto i nostri 'colleghi' di Primavera  in consiglio hanno votato contro gli interessi degli studenti".

La richiesta di Calce e Di Nora di fissare un appello straordinario tra il 20 aprile e il 10 maggio è stata dunque respinta. Me se per gli studenti finisce qui, per i rappresentanti la battaglia è appena cominciata e si annuncia lunga e... "caldissima". Papa aggiunge benzina al focolaio delle polemiche: "Quanto avvenuto a Giurisprudenza è un vero e proprio scandalo. I rappresentanti che votano contro gli interessi degli studenti: anche i docenti sono sotto shock"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400