Ora la data è ufficiale. Ieri pomeriggio, con l’avviso pubblicato sul sito del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, è stato deciso che gli studenti di tutta Italia andranno alle urne per il rinnovo del Cnsu il 18 e 19 maggio.

A Cassino la sfida è doppia: se quella per il Cnsu è importante, ancor maggiore rilevanza assume quella per gli organi interni (senato, cda, consiglio studenti, dipartimenti e corsi di laurea). Le due consultazioni, come ormai abitudine consolidata, saranno infatti accorpate: la sfida è dunque doppia, e doppia è anche l’adrenalina che sale tra i corridoi del Campus Folcara.

Primavera Studentesca, che oggi fa maggioranza con Onda d’Urto, non intende perdere la leadership e si è andata rafforzando in dipartimenti come Ingegnera dove finora era sofferente. Ultimo Banco, al contrario, è andata a rubare consensi e candidati nella roccaforte dei “cugini” e ad oggi appare in vantaggio al polo economico-giuridico.

La sfida è aperta e nei prossimi giorni prenderà il via ufficialmente la campagna elettorale. Cassino intende tornare anche in Consiglio Nazionale: le due maggiori formazioni, Primavera e Ultimo Banco non intendono fare da spettatori andando a sostenere candidati dei grandi atenei limitrofi ma scenderanno direttamente in campo.

Anche al Crul (Comitato regionale università del lazio) Cassino proverà a tornare protagonista: per questa consultazione sono chiamati al voto solo i rappresentanti degli studenti e il voto è previsto tra marzo e aprile.