Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Detenuto tenta il suicidio in carcere. Salvato in extremis dalla polizia di Cassino
0

Detenuto tenta il suicidio in carcere. Salvato in extremis dalla polizia di Cassino

Cassino

Detenuto tenta il suicidio al San Domenico, salvato in extremis dalla polizia penitenziaria.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti l'uomo avrebbe tentato di uccidersi nella sua cella del carcere di Cassino ieri, ma l’uomo è stato salvato dal tempestivo intervento di un agente di Polizia Penitenziaria in servizio.

“L’insano gesto – posto in essere mediante impiccamento - non è stato consumato per il tempestivo intervento dei poliziotti penitenziari. Soltanto grazie all'intervento provvidenziale dell'agente di sezione si è evitato che l'estremo gesto avesse conseguenze. L’ennesimo evento critico accaduto nel carcere di Cassino è sintomatico di quali e quanti disagi caratterizzano la quotidianità penitenziaria” denuncia Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

Maurizio Somma, segretario regionale del Sappe per il Lazio, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri, evidenzia che “il detenuto che ha tentato il suicidio è di origine italiana e si era costituito in carcere pochi giorni prima. E’ possibile presumere che ha posto in essere il tentativo di impiccamento per ragioni di carattere personale e solo grazie alla intervento della polizia penitenziaria del Reparto detentivo isolamento ove il detenuto era ubicato si è  riusciti a salvare un altra vita umana. Mi auguro che l’amministrazione penitenziaria proponga i poliziotti che hanno sventato il suicidio per una adeguata ricompensa a livello ministeriale. A Cassino erano detenute, lo scorso 31 gennaio 2016, 236 persone rispetto ai circa 200 posti letto regolamentari: 70 gli imputati e 166 i condannati, mentre gli stranieri presenti sono 100”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400