Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









La Nato fa visita a Montecassino per studiare e scoprire l'abbazia

L'abbazia di Montecassino

0

Quest'anno niente festa per San Benedetto. La decisione dell'abate

Montecassino

San Benedetto quest'anno non avrà la sua festa. Una decisione "storica" che arriva direttamente dall'abate di Montecassino Ogliari. 

"La festa del 21 marzo - scrivono dal monastero - non potrà essere celebrata perché in coincidenza della Settimana Santa. Durante questa settimana non è possibile celebrare nessuna festa per l’importanza e la prevalenza dei giorni che, dalla domenica delle Palme, portano alla Pasqua. Si svolgerà, pertanto, solo una celebrazione in occasione dell’arrivo della Fiaccola benedettina il 6 marzo a Montecassino.

 

Alle 15.30 la Fiaccola sarà accolta nel Chiostro dei Benefattori e seguiranno i Vespri Solenni presieduti dall'abate Donato. A conclusione dei Vespri, nel Chiostro bramantesco il Corteo Storico Terra Sancti Benedicti, alla presenza dei sindaci di Cassino, Norcia e Subiaco, rievocherà l’Atto di Reverentia a San Benedetto, il Giuramento della Militia e le Danze Medievali.

Una scelta legata all'importante periodo sul calendario liturgico. Una scelta già in qualche modo nell'aria, almeno per quanto riguarda gli eventi collaterali come il Corteo Storico e tutte quelle manifestazioni che, da sempre, si sono svolte le settimane precedenti il "compleanno" del santo. Una festa nella festa che quest'anno non ci sarà. Fatti salvi alcuni eventi. 

Un anno difficile quello che Montecassino si lascia alle spalle. Dapprima il caso Vittorelli, l'abate emerito, che ha acceso i riflettori nazionali e internazionali sull'antico cenobio fondato dal Santo Patrono d'Europa. Soprattutto per la pesantezza delle accuse. Poi il "caso Albaneta" scoppiato a fine anno e culminato di recente con la riapertura del cancello che conduce ai luoghi della battaglia di Montecassino. Un 2015 doloroso per la comunità monastica che ha scelto il silenzio e la preghiera per rispondere agli avvenimenti. E soprattutto che si è affidata proprio al suo Fondatore.

Intanto proprio dom Pietro è stato visto di recente a San Vittore,  ma anche a Cassino, dove si è ritirato da un parente per un periodo di riposo post-operatorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400