Chiusi due ristoranti cinesi a Cassino, sale la paura tra la gente. In molti si domandano se siano gli stessi in cui hanno cenato qualche sera prima. Ma la risposta dal Nas non è ancora arrivata perchè le indagini vanno avanti a ritmo serrato e si attende il completamento di altri riscontri in atto. 

A sostanziare le ipotesi dei militari del Nas, presunte carenze igienico-sanitarie. Nell'ambito delle verifiche dei militari di Latina su tutto il comparto alimentare i due ristoranti sono stati passati al setaccio per garantire la massima sicurezza e quindi la salute dei clienti. 

Entrando nel merito delle attività portate a conclusione, i militari del Nas hanno riguardato un magazzino di uno dei ristoranti e la cucina dell'altro.  Nella prima circostanza i militari hanno rilevato che gli alimenti presenti nel locale non erano conservati in maniera rispondente alle norme, soprattutto sotto il profilo igienico. Di qui sono scattati i sigilli del deposito e sono stati sequestrati in gran quantità alimenti non idonei alla preparazione di cibi e quindi alla somministrazione alla clientela. Peggiore il quadro emerso nell'altra verifica, che, come detto, ha riguardato la cucina del secondo ristorante. Numerose le irregolarità accertare e anche qui in modo specifico sul precario stato igienico in cui era tenuto il locale adibito alla preparazione delle pietanze.