Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









il filosofo svizzero Ruedi Imbach

Il filosofo svizzero Ruedi Imbach

0

Al filosofo svizzero Imbach il premio Tommaso d’Aquino

Aquino

È il filosofo svizzero Ruedi Imbach il vincitore del premio internazionale Tommaso d’Aquino 2016, conferito dal Circolo San Tommaso d’Aquino.

Studioso di fama internazionale, docente di Storia della filosofia medievale alla Sorbona di Parigi, il professor Imbach è stato insignito nel 2009 del premio Marcel Benoit, il più importante riconoscimento accademico svizzero. 

"Con il professor Imbach - ha sottolineato il presidente del Circolo San Tommaso d’Aquino, Tommaso Di Ruzza - il premio internazionale d’Aquino premia uno studioso rigoroso e al tempo stesso originale della filosofia medievale, in particolare del pensiero tomista, pilastro della civiltà occidentale".

 Il nome di Ruedi Imabch si va ad aggiungere così al prestigioso albo d’oro del premio. Nelle precedenti edizioni sono stati premiati il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura; il professor John Finnis, filosofo del diritto dell’Università di Oxford; il professor Inos Biffi, affermato teologo e tomista; il domenicano Jean-Pierre Torrell e il professor Pasquale Porro, filosofo dell’Università Sorbona di Parigi.

La premiazione avverrà il prossimo 5 marzo, nella chiesa della Madonna della Libera di Aquino. Nell’occasione, il professor Ruedi Imbach terrà una lectio magistralis sul tema: “Ogni agente, qualunque esso sia, compie qualsiasi atto per un qualche amore. La filosofia dell’amore in Tommaso d’Aquino e Dante”. La lectio sarà presieduta dalla laudatio del domenicano Serge-Thomas Bonino, presidente della Pontificia Accademia di San Tommaso d’Aquino. 

Nello stesso giorno, il Circolo San Tommaso presenterà i vincitori della sesta edizione del concorso “Veritas et Amor”. Il concorso premia con una borsa di studio di 2.000 euro - finanziate dalla Banca Popolare del Cassinate - una tesi di laurea o di dottorato che attualizzi il pensiero di Tommaso d’Aquino (sezione Cultura), e un’opera d’arte che sia ispirata alla sua vita e alle sue opere (sezione Arte).

Oltre duecento le università e accademie d’arte di tutto il mondo sono coinvolte. A giudicare le opere il comitato scientifico presieduto da Serge-Thomas Bonino e composto, fra gli altri, da John Finnis, Walter Senner, preside dell’Istituto S. Tommaso d’Aquino della Pontificia Università San Tommaso d’Aquino “Angelicum”, Roberto Almagno, artista di fama internazionale originario di Aquino, e Micol Forti curatrice della collezione di arte contemporanea dei Musei Vaticani.

La cerimonia di premiazione sarà moderata da Mimmo Muolo, vaticanista di Avvenire, e vedrà anche la presenza dei cantori della Cappella Musicale Liberiana della Basilica di Santa Maria Maggiore di Roma, diretta dal maestro Valentino Miserachs-Grau.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400