Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Santa Scolastica sempre chiusoAdesso scatta l'allarme

Il pronto soccorso del Santa Scolastica di Cassino

0

Un nuovo medico per il Pronto Soccorso dell'ospedale

Cassino

Qualcosa si muove, seppur lentamente, per il Santa Scolastica di Cassino. Dopo l'annuncio di dieci nuovi medici entro l'inizio del mese di febbraio iniziano a manifestarsi i primi risultati. Almeno uno: l'arrivo di un dottore per il Pronto Soccorso del Santa Scolastica. 

"È notizia di questa mattina – ha argomentato il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone – che un medico che ha risposto agli avvisi pubblici banditi dalla Asl di Frosinone prenderà servizio presso il Pronto Soccorso del nostro ospedale a partire dalla metà del mese di febbraio. Un primo segnale importante che attendavamo e che segue le rassicurazioni ricevute dal commissario dell’Asl di Frosinone, il dottor Luigi Macchitella, nel corso dei diversi incontri avuti nei mesi scorsi".

Nel frattempo la direzione provinciale della Asl prosegue lo scorrimento delle graduatorie e l’invio di telegrammi al fine di reperire personale medico anche per le altre specialità. "Fa piacere - ha continuato -  apprendere che qualcosa di concreto si è iniziato a muovere con l’auspicio che quel cambio di passo che da tempo chiediamo si stia concretizzando. L’ospedale Santa Scolastica di Cassino, una struttura all’avanguardia che va riempita innanzitutto con il personale medico per avere quei servizi indispensabili per un Dea di primo livello. Al medico che arriverà tra pochi giorni dovranno aggiungersi altre figure professionali per i reparti di Anestesia, Ortopedia, Cardiologia, Ginecologia e Pediatria. Inoltre, sempre nell’ottica di una sanità efficiente per il nostro territorio che passa inevitabilmente attraverso i servizi del Santa Scolastica, continuiamo a chiudere anche la riattivazione del reparto di Gastroenterologia con il ritorno delle figure professionali necessarie allo scopo, oltre che l’attivazione del day hospital di oncologia. Un'esigenza quest’ultima che si è manifestata soprattutto negli ultimi mesi e che riteniamo indispensabile onde evitare a chi purtroppo deve sottoporsi a chemioterapia lo stress di dover raggiungere Sora, unendo al sacrificio fisico anche quello economico. Un altro punto fermo su cui il Commissario Macchitella ci ha assicurato grande disponibilità è il reperimento del personale infermieristico, anche attraverso ulteriori avvisi pubblici". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400